Arriva Hu Jintao, ma la Cina preferisce Napolitano a Berlusconi


Il presidente cinese Hu Jintao sarà ospite del Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, dal prossimo sabato fino all’inizio dei lavori del G8 previsto per il martedì successivo.

La visita, fortemente voluta dal nostro capo di Stato, rappresenta per il Governo Cinese un’opportunità per avviare una serie di attività con il nostro paese.

“L'obiettivo della Cina - ha dichiarato Jintao a Il Corriere della Sera, anticipata da Reuters - è di rafforzare la fiducia politica reciproca con l'Italia, intensificare gli scambi, approfondire concretamente le cooperazioni e promuovere lo sviluppo economico sociale dei nostri paesi. Vogliamo anche affrontare le sfide globali rappresentate soprattutto dalla crisi finanziaria e creare un futuro ancora migliore per i rapporti tra Cina e Italia".

Da capire resta invece il ruolo a livello internazionale del Premier, Silvio Berlusconi. Al di là dell’incontro organizzato lo scorso maggio con il Presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, il Presidente del Consiglio negli ultimi giorni è stato eclissato da altre prestigiose cariche di Stato. Oltre all’importante incontro previsto al Quirinale, e non a Villa Certosa, in Spagna il Presidente della Camera Fini dopo essere stato definito da Aznar il prossimo leader del Pdl ha avuto un colloquio con il Presidente del Governo Zapatero.

Se a ciò sommiamo tutte le ipotesi fatte attorno a Mario Draghi, secondo alcuni pronto per sostituire Silvio Berlusconi, non ci rimane che pensare che l’italiano più rappresentativo del nostro paese non è certo quello che occupa più spazio nei telegiornali.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail
103 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO