Scudo fiscale: quando persino Di Pietro ha le sue ragioni



Il week-end è stato caratterizzato dalla polemica infuriata sulle dichiarazioni del Presidente Napolitano. Incredibile ma vero, in una situazione a dir poco incandescente come quella italiana anche un richiamo al dialogo e alla sobrietà può innescare una reazione violentissima e assai irrituale quando di mezzo c'è il Colle.

Eppure... pur stigmatizzando i toni inutilmente sopra le righe del solito Tonino, reduce peraltro dall'orrenda caduta di stile della pagina comprata su un quotidiano estero per attaccare il governo, questa volta Di Pietro ha le sue ragioni. Le ha non nei modi ma nella motivazione che adduce, ovvero la ferma opposizione al paventato provvedimento sullo scudo fiscale.

L'idea di far rientrare capitali esteri "perduti" con l'ennesimo condono non è infatti nuova, anzi. Gli stessi esponenti dell'attuale Pd che con Bersani afferma che "su questa strada si distrugge un paese, sia economicamente sia civilmente", facevano parte del governo Prodi che non ha esitato ad assumere le stesse misure quando gli faceva comodo.

Il condono è un malcostume italiano che è stato immancabilmente praticato da tutti gli esecutivi, a partire dai vecchi tri-quadri-pentapartiti, per passare dal centrosinistra paracomunista, per finire con le due Berlusconeidi. Per questo fanno un po' tenerezza le voci delle opposizioni che di volta in volta si scagliano duramente contro un provvedimento che legalizza l'illegalità, dimenticando di averlo approvato poco prima.

Noi invece siamo sempre contro. Oggi, ieri e domani. Contro la destra, contro la sinistra e contro il centro, ma soprattutto contro tutti i delinquenti e i furbetti che evadendo le tasse procurano un danno a tutti i cittadini onesti, spesso aspettando il successivo condono - sempre dietro l'angolo - per sanare la propria situazione.

E se ancora avessimo un dubbio, ricordiamoci questo: per chi lo promulga il prossimo condono sarà sempre l'ultimo. Meditate gente, meditate.

  • shares
  • Mail
18 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO