Province verso l’abolizione assieme agli altri “enti inutili”, sarà la volta buona?

forbici

Se ne è parlato per mesi, anzi per anni, ma loro, le Province, sono ancora lì.

Forse, però, questa volta ancora per poco, visto che il Ddl in materia di federalismo fiscale - che rappresenta il naturale completamento della legge già approvata -, prevede, oltre a "sforbiciate" varie nella pubblica amministrazione (soppressione di difensori civici, di consorzi, di comunità montane ecc.), una “razionalizzazione” anche delle Province.

Certo, adesso non si parla più di “soppressione” come promesso in campagna elettorale, bensì di semplice “razionalizzazione” ma è già qualcosa, visto che, se il vocabolario non mente, il termine letteralmente significa “organizzazione di un servizio o di un ufficio secondo criteri di funzionalità, praticità, efficienza e redditività”. Non è molto ma è meglio di niente!

In ambito di riorganizzazioni, spiccano poi i tagli ai costi della politica per i piccoli Comuni con diminuzione dei componenti (e dei relativi emolumenti) dei consigli comunali e delle giunte.

Anche le Prefetture saranno oggetto delle “razionalizzazioni” del senatore Calderoli e non scamperanno neppure i vari “enti parco” ed i consorzi di bonifica.

Insomma, le premesse nel Ddl che sta per approdare in parlamento, ci sono. Certo, ci si poteva aspettare di più, visto che per lo stesso Calderoli i cosiddetti Enti inutili sono circa 3000 e solo pochi saranno definitivamente abrogati, però, come si suol dire, “piuttosto che niente... è meglio piuttosto”.

foto: flickr | MrClementi

  • shares
  • Mail
11 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO