Simona Ventura: “Berlusconi mi piace”. Sull’Isola dei Famosi anche Patrizia D’Addario?


Avallando quanto sostenuto dal sottoscritto ieri su questo blog, evidentemente nella sala d’aspetto di Palazzo Grazioli è garantita una connessione internet, il Presidente del Consiglio ha ammesso di non essere un santo.

Come riportato dai colleghi di gossipblog.it, la consumazione della carne sarebbe dettata da una dieta causata dall’offerta che la società offre.

“In giro – ha dichiarato Silvio Berlusconi - ci sono un sacco di belle figliole. Io non sono un santo, speriamo lo capiscano anche quelli di Repubblica”.

Fin qui tutto noto. Come quando un pontefice annuncia la santificazione di un determinato personaggio che non può essere condivisa con le persone che a questo aspirante santo hanno affidato le proprie preghiere: spesso, perchè tra la beatificazione e la santificazione passano dei decenni.

Silvio Berlusconi questo lo sa bene: tanto da costruirsi attorno una serie di testimonianze che accertino la propria beatificazione. O buona fede.

Emilio, a parte, come spiegato da Alessandro Gilioli Silvio-Santo-Subito può avvalersi di un gruppo di fedeli che non tutti i santi hanno.

Non spiegando il mistero di Berlusconi, per i relativi miracoli ci ha già pensato l’escort Patrizia D’Addario, sul lavoro condotto dal gruppo Espresso è stato (anche) detto che...

“I casi sono due: o le registrazioni sono frutto di manipolazione, e allora siamo in presenza di una ignobile macchinazione politica ed economica, i cui autori dovranno rispondere davanti al Paese. O le registrazioni sono autentiche, e allora si configura il reato di interferenza illecita nella vita privata, previsto dall’articolo 615 bis del codice penale. Si parla tanto di legalità ma poi sta diventando normale che si commettano reati, senza che nessuno intervenga per prevenirli o per reprimerli” (Gaetano Pecorella, deputato Pdl)

“L’Espresso torna a rovistare nella spazzatura nell’inutile tentativo di rinverdire un caso inesistente. Ma l’azione di chi vuole avvelenare i pozzi e imbarbarire il clima politico nel paese e’ destinato a cadere di nuovo nel vuoto”. (Paolo Romani, Viceministro alle Comunicazioni)

“L’accanimento fa danni solo a chi lo promuove ed è anche un modo per oscurare la crisi del gruppo editoriale, che deve licenziare 90 persone”. (Maurizio Gasparri, presidente senatori Pdl, probabilmente ignaro dei tagli annunciati anche da Mondadori presieduta dalla figlia del Premier)

Di per sé il Popolo della Libertà, compatto e denso che sia, non è sufficiente per garantire ad una sola persona la beatificazione. In questi tempi moderni la riqualificazione sociale non avviene più attraverso le buone azioni, o quelle che per il legislatore sono concepite come tali.

È necessaria l’immunità. Un reality. Possibilmente senza talpe, preso atto di ciò sul quale si sta ragionando.

Per questo motivo un ringraziamento speciale Silvio Berlusconi dovrebbe farlo a Simona Ventura. La conduttrice de l’Isola dei Famosi, dopo essere stata scoperta da l’Espresso in una delle tante feste di cui si parla nelle ultime settimane, ha difeso il Primo Ministro sostenendo che:

“Berlusconi mi piace. Uomo affabile, divertente, con il G8 ha fatto un gran lavoro e ha ridato ossigeno all’immagine dell’Italia all’estero che era andata in apnea. Conosco molti presidenti, di tutti i tipi. Lui non è l’unico ad averne intorno... Le donne seguono il potere. Si può discutere se siano belle o meno. Però ricoprire una carica pubblica così importante obbliga a dei doveri. E richiede cautela”.

Inevitabile, quindi, chiedersi se spente le luci su Villa Certosa la nuova paladina della morale RAI ricostruirà la verginità a Patrizia D’Addario che per l’inizio del reality (previsto per il prossimo gennaio) probabilmente avrà perso l’appeal che le garantisce di guadagnare ingenti somme di denaro.

Foto | style.it

  • shares
  • Mail
18 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO