Passaparola: la storia della Mondadori secondo Marco Travaglio

Nel 1989 Berlusconi prende una piccola quota della Mondadori, il mandato che si è dato e che gli ha dato anche Craxi dopo l’occupazione di tutte le televisioni private è quello di mettere le mani anche sul più grande gruppo editoriale italiano che, in quel momento, pubblicava Repubblica, Espresso, Epoca, Panorama, una quindicina di giornali locali, quelli del gruppo Finegil e poi tutto il ramo libri, perché era un gruppo dove la libertà di stampa era una cosa seria e quindi era un gruppo giornalistico e editoriale che faceva le pulci al Caf di Craxi, Andreotti e Forlani e che, conseguentemente, Craxi voleva ricondurre all’obbedienza, come aveva fatto con le televisioni private.

Inizia così, con un tono particolarmente conciliante, il Passaparola che Marco Travaglio ha pubblicato ieri, come ogni lunedì, sul suo sito. La puntata del 27 luglio ricostruisce, in vista della sentenza del Tribunale che dovrebbe porre la parola fine, dopo 20 anni, sulla famosa guerra di Segrate, la guerra che, tra il 1989 e il 1990, contrappose De Benedetti a Berlusconi per il possesso della Mondadori.

Una vicenda piuttosto complessa per la quale forse si arriverà ad una verità giudiziaria, "se si troverà un giudice che avrà il coraggio di stabilire non soltanto che la Mondatori è stata rubata, non soltanto che a compravendere quella sentenza furono quel giudice e quei tre avvocati di Berlusconi, ma che oggi il gruppo Berlusconi deve finalmente, con quasi venti anni di ritardo, risarcire chi è stato derubato". Nel caso, si tratterà certamente di giustizia ad orologeria, benché con un timer molto, molto lento...

  • shares
  • Mail
118 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO