Berlusconi galleggia. Ma il "corsaro" Pd ha altro da fare ...

Stavolta è andata bene. La neo campionessa iridata Alessia Filippi, giovane iscritta del circolo Pd di Tor Bella Monaca, continuerà a nuotare. Non si darà (almeno per ora) alla politica.

Debora Serracchiani può stare tranquilla, insieme alle altre 8 donne in corsa per le segreterie regionali del Partito democratico. Su 60 candidati, solo 8 sono donne e anche questo dato la dice lunga che fra il dire e il fare c’è di mezzo il mare. Alla faccia delle quote rosa!

Massimo D’Alema a luglio ha spremuto il partito come un limone e, almeno dai segretari regionali, non dovrebbe avere brutte sorprese: la maggioranza sta con Bersani. E questo peserà nell’”inquadrare” l’apparato e peserà sul risultato finale del congresso. Già, il congresso.

Gli italiani hanno altro cui pensare. Non solo le vacanze, per chi le fa.

Incombe l’autunno, con la mannaia sull’economia, l’occupazione, il welfare. Le cifre della crisi prenderanno il volto di gente senza più posto di lavoro, di gente con minor servizi e un futuro ancora più incerto. Chi governerà i conflitti sociali che esploderanno?

Le promesse di Berlusconi potrebbero squagliarsi come neve al sole.

E il Pd? Chiude per … ferie congressuali, abbassa la serranda per … lavori in corso. Si trincererà nelle (ex) feste de l’Unità. Questo congresso è solo una questione interna, una conta per una resa dei conti fra i soliti noti: la disputa tra “nuovisti” e “conservatori” è sul sesso degli angeli perché non si capisce che cosa il Pd vorrebbe conservare e che cosa vorrebbe rinnovare.

Insomma, il congresso come occasione (finale?) per una battaglia politica che di politico ha poco e niente.

Berlusconi ha l’affanno. Ma galleggia nello stagno. All’orizzonte non spuntano corsari. L’Italia a inflazione “zero” è come un moribondo che non spreca cibo…

  • shares
  • Mail
15 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO