L’opposizione non critica i 14 mesi del Governo di Silvio Berlusconi



Silvio Berlusconi, durante la conferenza stampa di venerdì scorso, 7 agosto, non ha parlato solo della RAI e dei servizi realizzati dal telegiornale dal terzo canale pubblico. Quanto riportato dai principali organi d’informazione, quindi commentato dai vari leader dell’opposizione, ha occupato solo una piccola parte dell’incontro.

Il Presidente del Consiglio ha criticato il lavoro del TG3 dopo che una giornalista di questa testata si era permessa di chiedere maggiori informazioni sull’accordo relativo al South Stream raggiunto tra Russia e Turchia.

Durante questo primo bilancio pubblico con la stampa Silvio Berlusconi non ha fatto accenno, ad esempio, alla politica sociale sviluppata dai propri Ministri. Nessun accenno a quella che nei mesi scorsi era stata definita emergenza stupri. Nessun aggiornamento sulla legge contro la prostituzione voluta da Mara Carfagna.

Il Presidente del Consiglio ha posto la propria attenzione solo sul neonato Ministero del Turismo preseduto da Michela Brambilla dopo aver parlato di Alitalia. Al centro della conferenza stampa, che precede quella di Roberto Maroni prevista per la prossima settimana, la risoluzione di una serie di problemi ereditati dal precedente Governo Prodi durato meno di un anno.

Uno su tutti l’emergenza rifiuti che però, come documentato da SkyTG24 nelle scorse settimane, non è mai stata risolta a pieno sicché nell’hinterland napoletano si stanno formando di nuovo altri accumuli di rifiuti. Silvio Berlusconi, a tal proposito, non ha fatto accenno al Governatore della Regione Antonio Bassolino in quota Pd a cui è stato chiesto di diventare commissario straordinario per risolvere i problemi economici della sanità locale.

Stando a quanto pubblicato da denaro.it, il Pdl si starebbe organizzando per riprendersi la regione in vista delle elezioni previste per il prossimo anno.

Dopo aver illustrato, invece, i numeri della propria attività diplomatica quindi di ciò che è stato fatto per il G8 Silvio Berlusconi ha fatto sapere ai presenti che nel pomeriggio non sarebbe andato a controllare l’avanzamento dei lavori a l’Aquila poiché secondo la tabella di marcia le consegne stanno avvenendo con tre giorni d’anticipo. Sui ritardi registrati, invece, dalle amministrazioni locali nessun accenno.

Nessuna delucidazione neanche sulla richiesta del Ministro dell’Ambiente di essere coinvolta sui progetti sviluppati dei colleghi. Ai presenti Silvio Berlusconi ricordando l’accordo con la Francia per lo sviluppo del nucleare ha omesso tutta una serie di spiegazioni utili per capire come la costruzione di queste strutture non danneggerà il territorio.

Ma su queste evidenti contraddizioni la coppia di fatto formata da Dario Franceschini ed Antonio Di Pietro non si è espressa probabilmente perché impegnata su altro. Mentre il primo si prepara ad una probabile riconferma durante in congresso del PD previsto per il prossimo ottobre il secondo, come dichiarato all’Espresso, costruisce il proprio network in internet.

Sì. Il leader dell’Italia dei Valori, a meno di un mese dalle mancate dimissioni di Luigi De Magistris, si contraddice per l’ennesima volta. Dopo aver dichiarato il proprio disinteresse verso la RAI critica quanto detto da Silvio Berlusconi sul TG3. Sul resto però tace. Probabilmente ne parlerà sul suo blog in occasione del prossimo fuoco d’artificio dell’alleato Beppe Grillo.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail
27 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO