Tessera del tifoso, ultrà contro il Ministro Maroni



A meno di sette giorni dall’inizio del campionato di calcio scoppia un vero e proprio scontro tra il Ministro dell’Interno Roberto Maroni e gli ultrà. Già programmata una manifestazione per il prossimo 5 settembre.

Gli esponenti delle tifoserie sarebbero, infatti, contrari all’introduzione della tessera del tifoso senza la quale non potrebbero seguire la propria squadra del cuore in trasferta. Il documento, che dovrà essere rilasciato direttamente dei club, è stato ipotizzato per costruire la categoria di spettatori ufficiali.

Ad oggi, secondo quanto reso noto dal Viminale, esistono in Italia 450 gruppi di ultrà di cui più di un ottavo riconducibili alla destra più estrema. Senza senso appare dunque il commento fatto sul provvedimento di Roberto Maroni dall’esponente di Sinistra e Libertà Paolo Cento.

Secondo il rappresentante del partito, neanche presente in Parlamento, la tessera del tifoso normalizzerebbe la passione per le squadre di calcio trasformando i club in una sorta di agenti speciali di ordine pubblico.

Voi come la pensate. Favorevoli o contrari al legittimo tentativo dello Stato di porre rimedio ad un certo tipo di violenza?

Foto | panorama.it

  • shares
  • Mail
6 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO