Vittorio Feltri non si preoccupa delle dimissioni di Dino Boffo



Non si placano le polemiche attorno a Dino Boffo. Dopo giorni dalla pubblicazione della notizia pubblicata dal Giornale, secondo il quale il direttore dell’Avvenire sarebbe stato condannato per molestia, il direttore Vittorio Feltri deve spiegare perché ha divulgato la notizia solo a cinque anni dall’accaduto.

“Io – ha dichiarato Vittorio Feltri - ho pubblicato la notizia nel momento in cui ho avuto in mano la documentazione pur sapendola già da prima: senza documentazione non avrei potuto azzardarmi a scriverla. Se avessi avuto la documentazione prima, l’avrei pubblicata su Libero”.

Fornendo ad AdnKronos maggiori dettagli sul proprio operato il direttore del Giornale avrebbe quindi smentito le accuse, elaborate anche dal sottoscritto per questo blog, secondo le quali la pubblicazione del materiale sarebbe stata decisa ora per ridimensionare le critiche che l’Avvenire ha fatto contro il Premier nelle scorse settimane.

Se davvero i fatti fossero questi perché non precisare tutto in un editoriale a supporto dello scoop? Facendolo dopo, a seguito dell’intervento di altri mass media, Vittorio Feltri ha dimostrato di non essere tanto meglio dei moralizzatori che lui stesso accusa. Quanto fatto contro Dino Boffo rimane un attacco politico.

Foto | skytg24.it

  • shares
  • Mail
26 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO