Le cattive "amicizie" internazionali del Cavaliere. Intanto va la musica firmata "feltrusconi"

Le dichiarazioni farneticanti di Gheddafi contro Israele aspettano ancora la condanna del Premier Berlusconi.

Perché il presidente del Consiglio tace di fronte a tali insulti e provocazioni e si ostina a succhiare la ruota del leader libico?

Gheddafi, è noto, vuole solo ottenere visibilità internazionale e giocare sempre al più uno nella sua politica ricattatoria. A questo punto non si capisce dove mira Berlusconi, il quale prosegue imperterrito nella sua politica di inchini e regali al dittatore libico.

Mentre il Governo italiano ossequia Gheddafi, l’Europa (comunista?) si muove in modo completamente diverso: Francia e Germania si mettono insieme (con accordi seri su temi importanti) per il prossimo G20, Svezia e Spagna rilanciano i prossimi impegni della Ue, persino la Russia di Putin si riavvicina alla Polonia.

Evidentemente il Governo italiano ha scambiato la politica estera per le simpatie e le amicizie – con gente come Gheddafi e Chavez - (e gli interessi?) del Premier.

Intanto gli italiani sono costretti a seguire la (brutta) musica imposta da “feltrusconi” …

  • shares
  • Mail
18 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO