Buonanno, la Lega Nord, i soldi per gli immigrati che non ci sono: e i fondi per le scorie radioattive?

Questa è una storia molto particolare che parte dall'immigrazione e finisce dritta dritta nei bidoni di scorie radioattive seppelliti qua e là sottoterra nella bassa vercellese. Andiamo con ordine. Stamattina mi aggiravo nei meandri di Tocqueville, quella che qualcuno ama definire "La città dei liberi 2.0": un aggregatore di notizie provenienti da blog azzurro-nero-verdi, dove vari blogger giocano a chi incensa di più il loro capo spirituale e i suoi adepti.

Dicevamo, mentre mi aggiravo in questa strana città dei liberi, sono capitato su un post che parla di tale Gianluca Buonanno ,uno che ha un doppio lavoro, parlamentare in quota Lega Nord e Sindaco di Varallo Sesia. "Il Comune di Varallo non e' piu' in grado di sopportare l'aumento della spesa sociale che viene erogata in larghissima percentuale agli extracomunitari: basti pensare che a fronte del 5% della popolazione di extracomunitari residenti, il 50% circa delle risorse e' assorbito da interventi a loro destinati".

Esultano i Padani, abituati alle fantasie del loro Sindaco, come la multa a chi fa il bagno con il burkini. Del resto "ghè mia i danè" non è che possiamo regalarli a marocchini, albanesi, rumeni. Ma siamo sicuri che i forzieri siano vuoti? Vediamo...

Non lo sono. Buonanno qualche euro da spendere dovrebbe averlo, visto che gli è piovuto dal cielo e forse era destinato ad altri. Andate a chiedergli dei Fondi Scanzano, ovvero le compensazioni economiche spettanti ai Comuni interessati dalle scorie nucleari. Ci sono Comuni che stanno a cinque, dieci chilometri dai depositi di scorie radioattive (l'Avogadro di Saluggia in provincia di Vercelli, ad esempio) che hanno ricevuto un terzo di quello che ha intascato proprio il Comune di Buonanno.

Ma voi lo sapete dov'è Varallo Sesia? E' a 450 metri s.l.m, a più di ottanta chilometri dall'uranio e dal plutonio, eppure i soldi sono arrivati lo stesso, e ne sono arrivati di più di quanti ne siano stati destinati ai Comuni che da decenni vivono a pochi metri dai siti di stoccaggio, indovinate grazie a chi? Milena Gabanelli, nel 2008, ha dedicato a questa vicenda una puntata di Report.

A Buonanno bisognerebbe chiedere se si può fare un po' di cassa con i "fondi Scanzano" che spettavano ad altri e già che c'è potrebbe anche dirci come si muoverà il suo partito, che tanto sbandiera il federalismo, quando il Governo centrale di Roma ladrona deciderà il sito nazionale di stoccaggio di scorie radioattive, privando di potere decisionale gli enti locali? E lo sa Buonanno a chi toccherà ospitarle le scorie? Ve lo dico io, a uno dei comuni della bassa vercellese, quelli a cui spettavano i fondi Scanzano finiti a Varallo Sesia, il comune che non ha più un euro per aiutare gli extracomunitari.

  • shares
  • Mail
15 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO