È morto Mike Bongiorno, simbolo della televisione di Silvio Berlusconi



Mike Bongiorno, come riportato dai colleghi di tvblog.it, è morto. Con lui, oltre alle innumerevoli ore di produzione televisiva, termina una fase precisa anche per il Silvio Berlusconi. Il già citato da Pierferdinando Casini post inizia probabilmente da oggi.

Mike Bongiorno è stato l’esempio lampante di come il rapporto con la televisione di Silvio Berlusconi sia cambiato nel tempo. Terminata la fase di innovazione, come sostenuto anche da Carlo Freccero in Citizen Berlusconi, è iniziata quella più politica.

Quella de “La Ruota della Fortuna”, di “Bravo Bravissimo”. Quella, positivamente, preparatoria, al lancio di Forza Italia. Mike come altri, uno su tutti Enrico Mentana, c’era. E ci è stato, per tutti questi anni.

Qualcosa, poi, si è rotto e Mike Bongiorno non perde occasione di spiegare in RAI e su la7 l’indifferenza che il Cavaliere aveva adottato nei suoi confronti. Inizia così una nuova fase che potrebbe essere riassunta con l’accanimento del Governo Berlusconi verso le reti non Mediaset.

Sky, dove il conduttore avrebbe dovuto iniziare un nuovo programma tra poche settimane, in primis. Ne sa qualcosa, a tal proposito, Fiorello che a Vanity Fair precisava che l’accanimento del Premier avrebbe impedito un suo ritorno a Canale 5.

Inevitabile, a questo punto, ipotizzare che la scomparsa di Mike Bongiorno coincida con una nuova fase per Silvio Berlusconi. Quale?

  • shares
  • Mail
59 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO