Ora di religione: Vaticano vieta lo studio di altre confessioni. Tace sull’argomento il Ministro Mariastella Gelmini



Archiviato il caso Boffo, e la relativa settimana di silenzio, per il Vaticano è tempo di ritornare ad essere parte attiva del dibattito politico. A pochi giorni dall’inizio della scuola la Conferenza Episcopale chiede che l’ora di religione sia destinata all’insegnamento esclusivo del cattolicesimo.


“L'insegnamento dell'ora di religione nelle scuole – si precisa nella lettera ufficiale - non può essere sostituito con lo studio del fatto religioso di natura multiconfessionale o di etica e cultura religiosa”.

Ad oggi il Ministro della Pubblica Istruzione, Mariastella Gelmini, non ha precisato se gli insegnanti di religione dovranno attenersi o meno al richiamo, criticabile, del Vaticano che nelle scorse settimane ha trovato nell’esponente del Popolo delle Libertà un prezioso alleato.

A poche settimane, infatti, dal dibattito sull’ora di religione che aveva permesso al Ministro di aggiudicarsi le prime pagine di molti quotidiani chi di dovere non si pronuncia. Lecito chiedersi, a questo punto, perché adesso sulle questioni strettamente connesse al Vaticano si adotti il silenzio.

Non credo che questa omertà nasca dal cambiamento, auspicato, d’opinione. Si tratta per lo più di una sudditanza psicologica nei confronti del Capo. Le ferie di Silvio Berlusconi avevano permesso a Mariastella Gelmini di aggiudicarsi i suoi quindici minuti di celebrità.

Ma oggi, con il Presidente del Consiglio in attività, tutto cambia e appare ridondante esprimere delle opinioni. Giuste o sbagliate che siano.

Invece che condannare un richiamo, che certo non incentiva l’integrazione delle persone extracomunitarie, il Ministro della Pubblica Istruzione tace dimostrando la reale distanza tra lei e il suo dicastero.

Per Mariastella Gelmini, probabilmente, non vale la pena insegnare qualcosa agli studenti italiani. Per lei è sufficiente stare lì come se fosse l’amministratrice di una multinazionale. Eppure dovrebbe essere diverso. Eppure su queste risorse il nostro paese dovrebbe investire con passione per crescere.

  • shares
  • Mail
17 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO