Contro Vittorio Feltri, Gianfranco Fini schiera Giulia Buongiorno



Vinto lo scontro con Dino Boffo, Vittorio Feltri ha deciso di rafforzare il proprio attacco contro Gianfranco Fini. Attuale Presidente della Camera nonché alleato, problematico, di Silvio Berlusconi già, a sua volta, fratello dell’editore dell’ex direttore di Libero.

Attraverso un editoriale, il giornalista sostiene di essere in possesso di un dossier che proverebbe l’attitudine dell’ex leader di Alleanza Nazionale a frequentare delle squillo in sedi istituzionali.

Immediata la risposta del diretto interessato che ha chiesto a Giulia Buongiorno, presidente della commissione Giustizia, di assisterlo tanto che stando a quanto dichiarato dallo stesso avvocato è probabile che contro il direttore del Giornale vengano fatte delle azioni legali.

Fermo restando che in assenza di una sentenza Vittorio Feltri ha ragione tanto quanto Gianfranco Fini, è necessario sottolineare che le recenti posizioni del Giornale non convincono proprio perché escludono, a priori, quanto su Silvio Berlusconi è stato scritto negli ultimi mesi.

Se Vittorio Feltri fosse intellettualmente onesto indagherebbe su tutti. E non solo su quelle persone che al fratello del proprio editore potrebbe far comodo escludere dall’attuale panorama politico.

Vittorio Feltri, ahimé, prova invece ad interpretare il servo del padrone. Per questo motivo più che un giornalista sembra sempre più un attore. Pronto a recitare una parte. Più che a fare informazione.

Per voi dirige il quotidiano migliore in Italia? Se sì vi invito a votare al sondaggio che abbiamo lanciato, sull’argomento, lo scorso fine settimana.

  • shares
  • Mail
7 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO