La Danimarca rinuncia a proibire il Burka: possibile conflitto con la Convenzione Europea sui diritti umani


Arriva dalla liberale Danimarca la notizia che il Partito Conservatore ha rinunciato a una proposta di legge che intendeva bandire il burka nei luoghi pubblici, la quale aveva causato contrasti tra i principali partiti danesi ma, secondo i sondaggi, godeva del sostegno del 56% degli elettori.

La ragione per la rinuncia è, secondo quanto riportato dal Politiken, il fatto che:

I funzionari del Ministero della Giustizia hanno affermato che, a loro avviso, la proposta solleva alcuni importanti punti di contrasto con la Convenzione Europea sui Diritti Umani e la Costituzione

Il ministero ha di conseguenza creato un gruppo di lavoro per verificare se e come l'uso del Burka possa essere contenuto con altri mezzi (che non implichino una proibizione per legge).

La rinuncia potrebbe costituire un precedente importante in un'Europa in cui si moltiplicano le voci a favore di questo tipo di divieti, da comuni italiani come Fermignano al governo francese, passando per il sindaco leghista di Varallo Sesia che ha proibito invece il burkini.

Foto | Flickr.

  • shares
  • Mail
6 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO