Leggiamo la Costituzione: speciale “lodo Alfano” (prima parte)

Palazzo della Consulta

Se ne parla molto in questi giorni. E per tanti commentatori la decisione della Corte costituzionale che la riguarderà potrà avere importanti conseguenze politiche. Mi riferisco ovviamente alla legge n. 124 del 2008, comunemente (quanto impropriamente) definita “lodo Alfano”.

Data l’importanza del tema, mi sembra utile sviluppare un’analisi specifica e dettagliata dei contenuti del “lodo”, dei vizi di legittimità costituzionale che sono stati denunciati da alcuni giudici alla Corte costituzionale e dei possibili esiti che il controllo di quest’ultima potrà avere.

L’analisi richiede innanzitutto alcune premesse relative: a) al ruolo e alle funzioni della Corte costituzionale, nonché alle regole inerenti allo svolgimento dei suoi giudizi; b) al precedente – più volte richiamato dallo stesso Ministro Alfano, promotore della legge che porta il suo nome – costituito dalla sentenza n. 24 del 2004 della Corte costituzionale, che dichiarò l’illegittimità di alcune norme della legge n. 140 del 2003 (“lodo Schifani”), la quale introduceva immunità molto simili a quelle previste dalla nuova legge.

Cominciamo dal primo punto. Perché e come la Corte costituzionale giudicherà il “lodo Alfano”? Che tipo di controllo sarà chiamato a svolgere tale organo?

L’articolo 134 della Costituzione prevede che la Corte costituzionale giudica, tra le altre cose, “sulle controversie relative alla legittimità costituzionale delle leggi e degli atti, aventi forza di legge, dello Stato e delle Regioni”. È, quindi, una sua specifica ed esclusiva competenza quella di controllare la conformità a Costituzione delle leggi prodotte dal Parlamento nazionale, dalle Regioni e dalle Province autonome di Trento e di Bolzano, nonché degli “atti aventi forza di legge” che, secondo la tesi accreditata dalla stessa Corte, sono i decreti-legge e i decreti legislativi approvati dal Governo. (Continua...).

  • shares
  • Mail
10 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO