Sanaa: per Mara Carfagna nelle moschee bisogna parlare italiano



Si continua, giustamente, a parlare dell’uccisione di Sanaa, la ragazza uccisa dal padre a causa della sua relazione con un ragazzo di religione cattolica. Quanto successo a Daniela Santaché, oltre che su polisblog, è stato spiegato ieri sera. A Porta a Porta.

Ospite della puntata anche il Ministro per le Pari Opportunità, Mara Carfagna. Provando a smentire tutti i pregiudizi che sul suo conto circolano, l’esponente del Popolo della Libertà si è schierata pubblicamente contro quanto successo costituendosi anche parte civile nel processo che nelle prossime settimane verrà avviato.

Intelligente, e meritevole di una considerazione, è stata, nello specifico, una dichiarazione che ieri sera ha rilasciato a Bruno Vespa.

“Nelle moschee presenti sul nostro territorio – ha dichiarato Mara Carfagna - dovrebbe esserci l’obbligo di predicare in italiano”.

Nella sua banalità, e senza l’isteria che accompagna spesso il dibattito sull’integrazione, quanto sostiene il Ministro è giusto. Bisogna scriverlo.

  • shares
  • Mail
73 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO