Spunta il governo del ... "buonsenso"

Da “vecchio” diccì doc, Pier Ferdinando Casini conosce l’arte del depistaggio. Da settimane parla del partito della Nazione, la nuova forza politica del “grande” centro.

In effetti il “furbo” Pierferdi non vuole rifare una Dc in sedicesimo ma costruire un nuovo contenitore trasversale, dai confini molto più ampi.

Ed ecco l’idea appena lanciata del “Partito buonsenso”, in grado di gettare le basi per un nuovo esecutivo, il “governo del buonsenso”. Formato da chi?

Questa la soluzione di Casini: “Sui temi della politica estera, della cittadinanza, dell’economia, io, D’Alema, Pisanu e altri abbiamo una visione comune. Mi sembra che il partito del buonsenso stia facendo strada in Italia. Noi non abbiamo fretta ma mi sembra già tutto in movimento”.

D’Alema e i suoi (meno Franceschini e i suoi) annuiscono. Pisanu e molti ex Dc nel Pdl pure.

Berlusconi, intanto, “gioca” con i “grandi” fuori dai confini. Quando il gatto manca, i topi ballano. Ma la conta (anti Cav) è cominciata.

Governo del buonsenso o “governissimo”?

  • shares
  • Mail
22 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO