Ore 12 - Basta con la D'Addario! Sale l'audience (per Santoro) e il consenso (per Berlusconi) ...

altroA differenza di altri, noi riteniamo che la puntata di stasera di “Anno Zero” con la D’Addario, sia “perdibile”. Anzi, che sia proprio da perdere.

Perché non c’è più niente da imparare da questa storia squallida di feste a Palazzo Grazioli e da questa “signora” senza aggettivi.

Michele Santoro spreme ancora un limone da cui non esce più una goccia. Gratifica la coscienza agli antiberlusconiani e porta acqua al mulino del Cav. L’audience gonfia il petto di Santoro e Travaglio ma finisce lì, quando non è un vero e proprio boomerang politico.

Sette italiani su dieci (dati Istat) sono orientati al voto dai tiggì, la cui disinformazione e strumentalità sono note. Per le battaglie mai fatte, sbagliate e perse dalla sinistra.

Tornando alla puntata di stasera di “Anno Zero”, la escort in questione si qualifica da sé (accettando quello che a suo tempo ha accettato, esclusivamente per interesse personale) e continua a sgomitare solo ed esclusivamente per ritagliarsi (inutilmente) un ruolo attendibile e credibile.

Dalla D’Addario e della D’Addario non vogliamo più sapere niente. E’ dal premier Silvio Berlusconi che vogliamo sapere molte cose, a cominciare dall’ultima nefandezza, quella dello scudo fiscale.

Non stiamo dalla parte di chi, approfittando anche del polverone D’Addario, vuole imbavagliare e cancellare la tv pubblica, cacciare Santoro, intimidire i media. Stiamo con chi pensa che la non credibilità di Berlusconi non sta nel contare le notti passate con una puttana.

La “lezione” a Berlusconi va data in un altro modo: nelle urne! E, prima, con la battaglia politica che non c’è. Altro che gossip!

  • shares
  • Mail
49 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO