Lodo Mondadori: per Marina Berlusconi la sentenza è politica



Marina Berlusconi punta ad impersonificare il conflitto di interessi del padre. Silvio Berlusconi. A poche settimane dall’intervista rilasciata al Corriere della Sera, nella quale ha voluto precisare che anche lei come molti altri cittadini italiani paghe le tasse, riappare nelle cronache politiche.

Figlia, come molti, di un fraintendimento tutto italiano a causa del quale diventa politico tutto Marina Berlusconi ha voluto precisare che il risarcimento (pari a 750 milioni di euro) sul Lodo Mondatori spettante a Carlo De Benedetti (editore anche di Repubblica e L’Espresso) è il risultato di una sentenza politica.

“Non posso non rilevare – ha dichiarato Marina Berlusconi - che questa sentenza cade in momento politico molto particolare. Non posso non rilevare che da' ragione ad un gruppo editoriale la cui linea di durissimo attacco al Presidente del Consiglio, per non dire altro, è sotto gli occhi di tutti. Sbaglia però chi canta vittoria troppo presto”.

Riflettere su una sentenza pensata per una vicenda accaduta più di vent’anni fa è, per chi analizza la politica, pretestuoso. Più opportuno, invece, analizzare dichiarazioni come queste per capire che il conflitto d’interessi non è qualcosa di cui si dovrebbe vantare una sola parte politica.

È una necessità di tutti affinché sentenze come quelle relative al Lodo Mondadori non vengano definite politiche.

Dopo vent’anni sono solo tardive.

  • shares
  • Mail
38 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO