Gravissima accusa del Pdl: "C'è un disegno eversivo". Fuori i nomi, o è un misero bluff!

Questa è proprio “bella”: la maggioranza di governo impegnata a portare milioni di persone in piazza per alzare una diga popolare “a difesa” di Silvio Berlusconi, stretto nella morsa del lodo Cir e del lodo Alfano!

Cosa si vuole dimostrare? Ci sarà sempre l’altra Italia, milioni di italiani che non aderiranno all’appello di Pdl e Lega. E allora?

Mai nel nostro Paese i partiti di una maggioranza di governo hanno organizzato una manifestazione per “difendere” il premier. Sono manifestazioni solo e sempre organizzate dai regimi totalitari, in Italia fatte nel ventennio fascista.

Altro che governo del fare! Siamo alla conferma del governo che fa solo gli interessi del suo capo/padrone, che vuole imbavagliare l’informazione, delegittimare i giudici e le istituzioni. Invece di pensare al governo del paese, questi pensano a … “protestare” e a gridare al lupo.

Il Pdl ora dice che “c’è un disegno eversivo”. Una affermazione gravissima: si esca dal generico e si facciano nomi e cognomi di quelli che tramano. Altrimenti è un bluff per alzare polveroni e intorpidire ancor di più la situazione già pesante.

Gli italiani, o metà di loro, non possono essere chiamati a raccolta per sostenere un premier accusato di corruzione: non si può trasformare in complotto una brutta storia di malaffare.

E’ la dimostrazione della crisi di Berlusconi e della difficoltà politica del governo. Più che un grido di guerra è il tocco della campana a morte della legislatura. C’è da sperare che l’agonia non sia lunga.

  • shares
  • Mail
107 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO