Il Comune di Fondi NON può essere sciolto per mafia. Troppe resistenze nel Governo


La telenovela del Comune laziale di Fondi, la cui richiesta di scioglimento per pesanti condizionamenti mafiosi sull'attività amministrativa risale al febbraio 2009, è destinata a concludersi in farsa.

Sebbene richiesta per due volte anche dal ministro dell'interno Roberto Maroni, il Consiglio dei ministri non hai dato seguito alla cosa, adducendo scuse e giustificazioni abbastanza paradossali. Nemmeno ora che il Comune dovrà essere comunque commissariato, dato che Sindaco e maggioranza hanno scelto di dimettersi, il Governo ha potuto scioglierlo per mafia accogliendo le richieste di Maroni.

Sembra che all'interno dell'Esecutivo Berlusconi ci fossero forti (e importanti) resistenze a questa soluzione. Meglio far finta di nulla e procedere ad un commissariamento motivato solo dalle dimissioni "volontarie" della giunta. Ps: Il Comune di Fondi è governato, dal 2006, da una maggioranza formata da Forza Italia (che ha il 46% de voti), liste civiche, Udc e Moderati.

  • shares
  • Mail
28 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO