Elezioni 2013 Regionali in diretta | Zingaretti e Maroni hanno vinto

21.20 - Roberto Maroni ha vinto le elezioni regionali in Lombardia. Mancano ancora circa 3000 sezioni da scrutinare, ma il verdetto è chiaro, la Lega Nord compone il trittico di presidenze nel Nord Italia: Piemonte, Veneto e Lombardia.

20.39 - Intanto i risultati in Molise sono difficilmente equivocabili, Paolo Frattura del centrosinistra ha vinto le elezioni regionali mettendo fine al lungo dominio di Michele Iorio, del centrodestra, sconfitto per la prima volta dal 2001.

20.17 - Non ci sono significativi cambiamenti, nonostante oltre la metà dei seggi scrutinati, in Lombardia Maroni conduce con 5 punti di vantaggio su Ambrosoli. Il voto disgiunti di Grillini e sostenitori di Mario Monti in favore del centrosinistra non basta, il segretario della Lega vince in tutte le provincia ad eccezione di Milano e Mantova.

19.48 - Nicola Zingaretti in conferenza stampa commenta la vittoria.

19.46 - Zingaretti ha vinto le elezioni nel Lazio, Storace ha ammesso la sconfitta, troppa la sproporzione numerica nei voti nonostante siano state scrutinate poche sezioni per sperare in una rimonta del centrodestra.

19.00 - L'avanzamento dello spoglio continua ad essere poco uniforme, ma ci sono novità rispetto ad un paio d'ore fa. Nel Lazio con 743 su 5.267 sezioni scrutinate Zingaretti pare aver preso il largo, come previsto dalle proiezioni: 40% a 30% su Storace mentre il candidato del Movimento Cinque Stelle Barillari viaggia attorno al 19%.

In Lombardia Maroni è avanti su Ambrosoli, il candidato del centrosinistra sembra però confortato dai primi dati che lo vedono in svantaggio 43% a 39%, il vantaggio è buono nelle grandi città, ma il leghista tiene nelle roccaforti pur perdendo un numero significativo di voti rispetto a tre anni fa.

In Molise con 49 sezioni su 393 il candidato del Centrosinistra Paolo Frattura conduce con il 41% contro il 33% di Iorio, appena superato il 10% delle sezioni scrutinate.

16.39 - Situazione attuale, ancora poche sezioni. Nel Lazio siamo a 29 su 5267, in Lombardia a 244 su 9233 ed in Molise a 6 su 393. Rimangono in vantaggio Storace, Maroni e Iorio.

16.09 - Lo spoglio per le Regionali in Lazio, Lombardia e Molise è iniziato, ma è evidente che non sarà una cosa breve. Il Porcellum non piace a nessuno, ma è un sistema elettorale per il quale è semplice e veloce effettuare uno scrutinio, alle Regionali cambia tutto.

Dopo oltre due ore le sezioni che hanno già fornito i dati sono pochissime. 9 su 5267 nel Lazio, 79 su 9233 in Lombardia e 3 su 393 in Molise.

La situazione attuale non è rappresentativa, soprattutto nel Lazio, dello scenario individuato dalle Proiezioni.

Roberto Maroni per il momento guida con il 50,27% contro il 32% di Umberto Ambrosoli e il 13% della candidata del Cinque Stelle Silvana Carcano. Anche nel Lazio è in vantaggio Storace con il 50,93% su Zingaretti fermo al 30,12%, Barillari del M5S è al 13%. In Molise Iorio, del centrodestra, ha raccolto il 59% dei voti nelle prime tre sezioni che hanno comunicati i dati per l'elezione del presidente.

Insomma, c'è da attendere.

14.01: è iniziato lo spoglio di tutte le consultazioni regionali. Seguiamo in diretta i risultati del Lazio, i risultati della Lombardia e i risultati del Molise.

Salvo sorprese, dovrebbero essere eletti Presidenti di Regione: Maroni in Lombardia, Zingaretti nel Lazio e Frattura in Molise. Questo, almeno, secondo gli exit poll. Che pure, ieri, hanno rivelato tutta la loro debolezza.

Roberto Maroni

26 febbraio 2013: a partire dalle 14 di oggi inizierà lo spoglio delle elezioni regionali. Se in Molise e nel Lazio i risultati defintivi delle elezioni politiche lascerebbero pensare alla vittoria di Paolo Di Laura Frattura su Michele Iorio e a quella (più risicata) di Nicola Zingaretti su Francesco Storace (comunque, sarà bene attendere i risultati finali), la Lombardia sembra andare in tutt'altra direzione.

Nel senso che i primi exit poll davano Ambrosoli vincitore a mani basse nei confronti di Maroni. Ma poi abbiamo visto com'è andata, con gli exit poll.

E soprattutto, i nuovi dati (che poi sono finiti sommersi dal flusso delle notizie che riguardavano la tornata politica, incertissima fino all'ultimo quantomeno nei numeri) raccontavano di un Maroni in testa.

La tornata regionale potrebbe così concludersi con Lazio e Molise al centrosinistra e Lombardia di nuovo al centrodestra. Anzi, nella fattispecie alla Lega Nord, che potrebbe così contare sull'asse Piemonte-Lombardia-Veneto, e costruire la sua Padania.

Affluenza definitiva

19.33: il dato definitivo dell'affluenza considerando tutte e tre le tornate elettorali regionali, ovvero l'affluenza in Lombardia, l'affluenza nel Lazio e l'affluenza in Molise, parla di un +11,47% di affluenza rispetto alle scorse tornate regionali.

E' il dato più positivo dal punto di vista dell'affluenza, in questa tornata elettorale. Perché è la dimostrazione del fatto che accorpare le tornate elettorali è un'ottima idea. La ragione dell'affluenza così alta per le regionali sta proprio nel traino dell'election day.

Regionali 2013 exit poll

17.27 2.031 comuni su 2.058 confermano la crescita dell'affluenza alle regionali: 75,99%, oltre dieci punti in più rispetto alle ultime tornate.

16.00: secondo i primi exit poll della Rai, le regionali vedono: nel Lazio avanti il centrosinistra, con Zingaretti in netto vantaggio su Storace.

Nel Molise il candidato del Centrosinistra, Paolo Frattura, è, come il collega laziale, in netto vantaggio.

La Lombardia, invece, è data ancora in bilico fra Umberto Ambrosoli e Roberto Maroni.

Per avere risultati "veri" occorrerà però aspettare domani, 26 febbraio. Gli spogli per le elezioni delle tre regioni, infatti, inizieranno solamente alle 14 di domani.

Affluenza

Elezioni Regionali 2013

15.48 Quasi nove punti percentuali in più rispetto alle ultime regionali: 72,63 rispetto al 63,96% della precedente tornata. 321 comuni su 2.058.

15.20 Si conferma che il traino delle Politiche giova alle Regionali. Gli ultimi dati sull'affluenza ci danno un 68,99% di affluenza (+5,44 rispetto alle ultime regionali). I dati arrivano da 101 comuni su 2.058.

23.40: l'affluenza per la tornata di elezioni regionali 2013, considerando cioè i dati di Lombardia, Lazio e Molise, è pari al 55,71% alle 22. Nella precedente tornata elettorale regionale si era registrato un numero di votanti alle 22 pari al 46,86%. L'incremento è dunque di 8,85 punti percentuali. Funziona, evidentemente, il traino dell'election day, anche se il raffronto del medesimo dato per le politiche fa registrare un crollo notevole.

Ecco, nel dettaglio:
L'affluenza alle 22 in Lombardia
L'affluenza alle 22 nel Lazio
L'affluenza alle 22 nel Molise

22.45: 2.009 Comuni su 2.058, affluenza ore 22 al 55,85%.

22.25: 1.411 Comuni su 2.058, affluenza ore 22 al 55,32%

22.10: ecco il flusso dei dati dell'affluenza alle ore 22. In 263 Comuni su 2.058, l'affluenza è al 52,02%.

19.55: in 2.045 Comuni su 2.058 ha votato il 49,09% degli aventi diritto.

19.38: prosegue il trend positivo delle regionali. In 1.905 su 2.058 Comuni ha votato alle 19 il 48,82% degli elettori (nella precedente tornata aveva votato il 36,40%)

18.50: anche per le Regionali, così come per le politiche, siamo in attesa del flusso di dati sull'affluenza delle ore 19, che inizierà fra pochi minuti.

14.00: considerando il complessivo dei risultati dell'affluenza alle ore 12 per le regionali in Lombardia, per le regionali nel Lazio e per le regionali in Molise, l'affluenza è pari al 15,69%, contro il 9,87% che si ottiene sommando le precedenti tornate elettorali nelle tre regioni. Il dato fa dunque registrare un incremento del 6% dei votanti. Il che non deve affatto sorprendere: è l'effetto naturale dell'election day e della contemporaneità con le elezioni politiche.

13.04: probabilmente, l'effetto delle politiche in concomitanza con le Regionali, fa si che il dato globale relativamente alle sole tornate regionali sia in netto miglioramento. Alle ore 12, quando sono disponibili i dati di 1.788 Comuni su 2.058, ha votato il 15,90% degli aventi diritto.

12.38: 1.536 Comuni su 2.058, affluenza al 16,11%. Traina il risultato la Lombardia.

12.30: l'affluenza globale alle Regionali, con dati provenienti da 1.255 Comuni su 2.058, è al 15,65%.

12.20: 737 Comuni su 2.058, affluenza globale per le Regionali al 15,61%

ore 12: ecco i primi dati di affluenza.

L'affluenza in Lombardia alle ore 12
L'affluenza nel Lazio alle ore 12
L'affluenza in Molise alle ore 12

Globalmente, l'affluenza per le Regionali è pari al 15,47%, al momento, quando sono stati resi noti i dati di 589 Comuni su 2.058

Elezioni Regionali 2013: oltre alle elezioni politiche 2013, il 24 e il 25 febbraio si vota anche, negli stessi orari e negli stessi seggi delle politiche, per il rinnovo dei consigli regionali e per l'elezione del presidente della Regione in Lombardia, Lazio e Molise.

Lo spoglio dei risultati inizierà martedì 26 febbraio alle ore 14.

Come si vota

La scheda è di colore verde. L'elettore, utilizzando la matita copiativa che gli viene fornita dai membri del seggio elettorale, può:

1) votare solo per un candidato alla carica di presidente della Regione, tracciando un segno sul suo nome e/o, solo nel Lazio e nel Molise, sul simbolo della lista regionale. In questo caso il voto è valido solo per l’elezione del presidente e non si estende a nessuna lista provinciale.

2) votare per un candidato alla carica di presidente della Regione e per una delle liste provinciali ad esso collegate, tracciando un segno sul contrassegno di una di tali liste. In tal caso l’elettore potrà esprimere una preferenza per un candidato a consigliere regionale della lista provinciale votata scrivendone il cognome oppure il nome e cognome in caso di omonimia nell’apposito spazio;

3) votare per un candidato alla carica di presidente della Regione e per una delle altre liste provinciali a esso non collegate, tracciando un segno sul contrassegno di una di tali liste (cosiddetto “voto disgiunto”). Anche in tal caso potrà esprimere una preferenza per un candidato a consigliere regionale della lista provinciale votata scrivendone il cognome oppure il nome e cognome in caso di omonimia nell’apposito spazio.

4) votare a favore solo di una lista provinciale; in tale caso il voto si intende espresso anche a favore del candidato presidente della Regione a essa collegato.

Corpo elettorale

Il corpo elettorale è costituito, nel complesso delle 3 Regioni, da 12.838.939 elettori, di cui 6.186.004 maschi e 6.652.935 femmine. Le sezioni elettorali sono 14.894.

Nel dettaglio:

Regione Lombardia: 7.745.359 elettori (3.742.475 maschi e 4.002.884 femmine) in 9.233 sezioni elettorali.

Regione Lazio: 4.761.102 elettori (2.280.131 maschi e 2.480.971 femmine) in 5.268 sezioni elettorali.

Regione Molise: 332.478 elettori (163.398 maschi e 169.080 femmine); 393 sezioni elettorali.

Elezioni Regionali Lombardia 2013

La vittoria finale se la contendono Umberto Ambrosoli e Roberto Maroni.

Affluenza
I risultati in tempo reale e lo storico.

Elezioni Regionali Lazio 2013

La vittoria finale se la contendono Francesco Storace e Nicola Zingaretti

Affluenza
Risultati

Elezioni Regionali Molise 2013

Ecco la presentazione delle prossime Elezioni Regionali Molise 2013.

Affluenza
Risultati

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO