DWM, il Pentagono crea un nuovo riconoscimento per i piloti di droni e i responsabili di cyber attacchi


Ufficialmente si tratta di un nuovo riconoscimento creato dal Pentagono per specifici cyber attacchi o interventi con droni, ma i detrattori l'hanno già ribattezzata "Geek Cross", anche se in realtà il suo nome è Distinguished Warfare Medal in breve DWM, un riconoscimento appositamente pensato per:

premiare singoli atti di straordinario impegno, che non coinvolgano coraggio, ma che abbiano avuto un impatto diretto su un combattimento o su altre operazioni militari approvate dal Segretario alla Difesa. Contrariamente ad altre medaglie legate di guerra, i membri in servizio potranno essere decorati con la DWM per azioni completate sia all'interno che fuori dalle effettive combat zone.


Naturalmente fioriscono i fotomontaggi che mettono in relazione la medaglia con i vari simboli delle "armi" con le quali la si conquista. Via libera a joystick e consolle allora, perché gli strumenti dei quali si servono coloro che saranno decorati con la DWM, assomigliano proprio a certe periferiche dall'aspetto familiarmente domestico.
La sua eleggibilità è retroattiva e si estende dunque anche alle azioni di questo tipo già realizzate e comprovate. E se le ferite potrebbero essere solo virtuali, e valere nonostante tutto come prove della prontezza di militari ultra-contemporanei, impegnati nella conduzione di mezzi d'attacco e di sorveglianza situati a chilometri e chilometri di distanza dagli effettivi terreni di guerra, c'è chi considera la "nuova venuta" come un autentico insulto alle truppe impegnate direttamente sui pericolosi scenari...l'intero processo somiglia sempre di più alle fasi di alcuni videogiochi, ma i morti in battaglia, quelli sì che esistono ancora...

Nell'immagine copia schermo della pagina navytimes.com

Via | usafa.af.mil

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO