Elezioni Regionali Lombardia 2013: Firme false per Maroni? Salvini: «Calunnie e fango»

18.00: Matteo Salvini, segretario nazionale della Lega Nord:

«Soltanto firme vere, verissime, di donne e uomini che hanno sottoscritto la lista Maroni e voteranno per Maroni presidente. Mettono tristezza tutti gli insulti, le calunnie e il fango di queste settimane contro la Lega».

17.30: Giuliano Beretta risponde così alle accuse:

«La procura di Monza ha aperto un’indagine a seguito di un esposto, si tratta di un atto dovuto, ma confermo che non c’è stata alcuna irregolarità e che tutte le firme sono autentiche. Sono state raccolte, verificate e autenticate da me».

Roberto Maroni

Ci sarebbero 900 firme, raccolte nella circoscrizione Monza e Brianza a sostegno della lista Maroni Presidente, che sarebbero state falsamente autenticate.

Per questo il consigliere monzese della Lega Nord, Giuliano Beretta è indagato per falso della procura di Monza.

L'inchiesta è stata avviata, in seguito a una denuncia presentata dai radicali, dal pm Franca Macchia.

Le indagini riguardavano 1200 firme raccolte nella circoscrizione, in pochissimo tempo e in maniera sospetta, secondo i radicali.

Sarebbero emerse irregolarità nelle procedure di autenticazione dell'80% delle firme.

(in aggiornamento)

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO