Afghanistan: Karzai, la frode elettorale e l'intervento dell'Onu

da flickr

Non trova pace, l'Afghanistan. Vi ricordate, settimana scorsa vi avevamo parlato degli Italiani a Kabul, con il pizzo molto probabilmente pagato ai Talebani - ci sarebbe da stupirsi secondo voi? - e i dieci soldati francesi morti un un attentato: caso tutt'altro che risolto con le smentite alquanto retoriche di La Russa e Rutelli (che alle accuse del Times ribattono citando l'eroismo, che ci sarà anche stato. Ma le mazzette le hanno pagate o no? Una cosa non esclude l'altra).

Questa settimana a Kabul e dintorni e riesplosa la questione elezioni: difatti dopo i primi conti, che davano Karzai rieletto con il 55%, in seguito alle accuse di brogli degli avversari l'attuale presidente sarebbe sceso al 48%, e quindi destinato ad andare al ballottaggio con l'ex ministro degli Esteri Abdallah Abdallah, che sarebbe passato al 32% (+ 4 punti).

Immagine|Flickr

Cosa c'è di strano? Le dichiarazioni di Karzai, che attraverso il portavoce ha dichiarato di essere pronto ad accettare il nuovo verdetto, frutto dell'annullamento di un milione di schede:

Non appena i risultati del riconteggio verranno ufficialmente annunciati dalla Commissione elettorale indipendente (Iec) noi li accetteremo, perché siamo legalmente tenuti a farlo.

Una novità, per il presidente mai trasparente, con una scarpa a stelle e striscie e l'altra nei giochi di potere talebani. E qui entra in gioco l'Onu: difatti senza le pressioni consistenti della Commissione difficilmente il poco affidabile Karzai avrebbe tirato indietro la mano dopo la grande marachella dei brogli...

Una marachella 'condivisa' dall'amministrazione americana. Obama infatti resta legato a doppio filo al presidente afghano: se ques'ultimo infatti sta in piedi grazie anche agli amici americani, il primo non ha ancora trovato nessun uomo di fiducia alternativo che possa portare avanti le politiche occidentali a Kabul. E Karzai questo lo sa bene.

Si va verso il ballottaggio, dove resta strafavorito l'attuale presidente: anche perchè in caso diverso si prospetterebbe una situazioni assai difficile da sbrogliare, soprattutto per gli Stati Uniti.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO