Bersani, Rutelli e la maledizione del Pd. La vecchia sinistra DC proprio non tollera segretari di sinistra (Ds)


Dunque Francesco Rutelli sta preparando la fuoriuscita dal Pd, come dicevamo ieri, ma "non subito e non da solo". Queste parole sibilline trovano oggi una traduzione nel progetto messo in piedi dall'ex-sindaco di Roma, che prevede la scissione di un gruppo indipendente di almeno 25 parlamentari comprendente tutta la sezione teodem capitanata da Paola Binetti.

Si compie così la maledizione del Partito Democratico, il cui destino semplicemente non prevede leader al di fuori dell'area cattolica moderata che un tempo avremmo definito sinistra DC. E d'altronde il Pd non è altro che la reincarnazione dell'Ulivo; primo tentativo di alleanza tra cattolici e polo di sinistra che non a casa presentava alla propria guida un vecchio democristiano come Romano Prodi.

Le poche volte che il vecchio Pds/Ds ha tentato di mettere fuori la testa, come nel caso del ribaltone Prodi-D'Alema, è stato sempre respinto con perdite dalla componente "moderata" che semplicemente non sopporta una guida estremista (dal suo punto di vista). Le conseguenze sono sotto gli occhi di tutti. Ben si sa quanto sia invisa la componente teodem e la sua leader Binetti alla maggior parte degli elettori di sinistra, ma purtroppo senza questa frazione vincere le elezioni da molto difficile diventa letteralmente impossibile, e da questa la dirigenza del Pd non può prescindere.

Che scenari si aprono dunque davanti al centrosinistra? Le possibilità in pratica sono due. O Bersani dimostra insospettate capacità di mediazione e in qualche modo riesce a far rientrare la scissione rassicurando i moderati, oppure rischiamo davvero di trovarci di fronte all'atto di (ri) nascita della vecchia Balena Bianca.

La confluenza di mezza Margherita nell'Udc potrebbe infatti porre le basi per un vero soggetto alternativo cattolico popolare, capace probabilmente di ambire al 10%. E una volta creato questo terzo polo, non è improbabile che attiri altri transfughi delle due parti. La stessa granitica saldezza del Pdl potrebbe vacillare, perdendo tutti gli scontenti (non così pochi) dell'inattaccabile leadership berlusconiana, a partire dai mastelliani.

E Fini? Per ora sta alla finestra, ma chissà...

  • shares
  • Mail
12 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO