No Berlusconi Day! Rifondazione e Di Pietro insieme in piazza il 5 dicembre

A noi non interessa cosa accade se si dimette Berlusconi e riteniamo che il finto "Fair Play" di alcuni settori dell'opposizione, costituisca un atto di omissione di soccorso alla nostra democrazia del quale risponderanno, eventualmente, davanti agli elettori. Quello che sappiamo è che Berlusconi costituisce una gravissima anomalia nel quadro delle democrazie occidentali... Non possiamo più rimanere inerti di fronte alla spregiudicatezza di un uomo su cui gravano le pesanti ombre di un recente passato legato alla ferocia mafiosa, dei suoi rapporti con mafiosi del calibro di Vittorio Mangano o di condannati per concorso esterno in associazione mafiosa come Marcello Dell'Utri. Deve dimettersi e difendersi, come ogni cittadino, davanti ai Tribunali della Repubblica per le accuse che gli vengono rivolte.

Rispondendo a questo appello, Paolo Ferrero e Antonio Di Pietro hanno annunciato ieri, con una inedita conferenza stampa congiunta, che scenderanno in piazza, insieme, il 5 dicembre prossimo contro la politica del governo e per chiedere le dimissioni del presidente del Consiglio. Aderiranno dunque alla manifestazione lanciata su Facebook e intitolata No Berlusconi Day. Una insolita comunanza, dato che Ferrero ha sempre detto tutto il male possibile di Di Pietro e il leader dell'Idv non ha mai mostrato grande simpatia per la sinistra.

Nonostante il lancio via social network, il rischio sembra essere la riproposizione folcloristica dell'evento di piazza per "dare la spallata al governo" (che per altro appare ben saldo nella difesa degli interessi e delle priorità per le quali ha conquistato il Palazzo), per una giornata in cui dovrebbero anche vedersi gli effetti della nuova Federazione della sinistra di alternativa che dovrebbe (in questi casi il condizionale è imprescindibile) riunire Rifondazione e Comunisti italiani, dopo 10 anni trascorsi inutilmente a concorrere su chi era più comunista. Facile peraltro immaginare la non adesione del Bersani e del Pd all'evento del 5 dicembre, con le conseguenti polemiche su chi fa più opposizione al Caimano.

Aggiornamento. Bersani annuncia che il Pd non parteciperà alla manifestazione del No Cav Day: Non aderiamo alla manifestazione ma abbiamo grande rispetto per l'iniziativa.


  • shares
  • Mail
31 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO