Nasce il Pdl Sicilia, il Pd diventa il primo partito in Regione


Dopo averlo annunciato in tutti i modi, dopo aver creato un gruppo consiliare al Comune di Palermo, ieri Gianfranco Miccichè ha tenuto a battesimo la prima rilevante scissione del Popolo della libertà in chiave etnico/regionale, la nascita del Pdl Sicilia all'Assemblea regionale siciliana.

Ben 15 consiglieri (anzi onorevoli, come amano farsi chiamare i componenti dell'Assemblea legislativa siciliana), provenienti da Forza Italia e Alleanza nazionale, accomunati da un rilevante fastidio nei confronti della dirigenza isolana del Pdl e meno conflittuali col presidente Raffaele Lombardo, hanno formato un nuovo gruppo regionale, spaccando quasi a metà quello ufficiale del Pdl.

Uno smacco notevole, anche se il nuovo gruppo non potrà fregiarsi del nome Pdl, che porta il Partito democratico a diventare inaspettatamente e immeritatamente ad essere il primo partito per numero di eletti all'Ars, potendo vantare 29 consiglieri/onorevoli. Segue il Pdl con 17, il Pdl Sicilia (o come si chiamerà) con 15 e l'Udc con 13. I popolani siciliani della libertà non rivendicano una maggiore autonomia ma, assicurando di non voler creare il famoso Partito del Sud, invocano una sorta di commissariamento del Pdl ufficiale da parte di Fini e Berlusconi, per "fare politica seria senza andare appresso ai matti", che sarebbero i due assessori del Pdl che fanno opposizione dall'interno alla Giunta Lombardo.

  • shares
  • Mail
18 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO