Come si salverà Berlusconi: ecco il processo su misura

berlusconi porcessi come evitarli

Le probabilità che i processi di Berlusconi - per dire: processo Mills, diritti Mediaset e Mediatrade - arrivino a termine, sono pari a quelli della scoperta della pietra filosofale. Quindi decisamente basse: tra un legittimo impedimento e l'altro, Ghedini, avvocato del Premier, ha studiato un pacchetto che ricicla una proposta di Fassone e Calvi - entrambi ex DS, grazie per aver fatto tutto quello che si poteva per risolvere il conflitto di interessi quando si poteva - per salvare il Cav.

In sintesi: Ghedini - che oltre a difendere il Premier è anche a capo della Consulta PDL Giustizia - applicherebbe un plus alla proposta di Salvi e Fassone, aggiungendo nel decreto

sia le nuove regole sul processo penale breve (durata massima sei anni, con fasi massime di due per indagini preliminari, primo grado e appello, e alla fine l'estinzione se il calendario non viene rispettato), sia la transazione del 5% per i processi tributari, "vecchi di almeno dieci anni", chiusi con due sentenze favorevoli per l'imputato. Un regalo dipinto addosso alla Mondadori, citata dall'Agenzia delle entrate per 400 miliardi di vecchie lire non pagate nel 1991 a seguito di una ristrutturazione societaria

Per ora, la missione in Parlamento, più che altro di abboccamento, non ha avuto buon esito. Anche a causa dei finiani, che non sono esattamente convinti dell'ennesimo lodino - che in questo caso forse porterebbe il nome Malan - e soprattutto di Gianfranco Fini in persona, che non vuole norme che stravolgano i processi di altre migliaia di italiani. Un consiglio dal basso a Ghedini: ma non avete pensato di abrogare il referendum sulla monarchia? Lui diventa Re, ed è fatta.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail
49 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO