Intervista – Christian Rocca a polisblog: “Barack Obama è (secondo la stampa locale) maschilista”



Non dite poi che non ve l’avevamo detto. Per primi. Alla vigilia del voto in New Jersey e in Virginia Christian Rocca aveva analizzato per polisblog.it i possibili scenari della sconfitta del partito di Obama. Che poi, come da previsione, è avvenuta.

Non si è invece ancora verificato il divorzio tra il Presidente e l’elettorato femminile malgrado il maschilismo di Barack Obama a causa del quale Hilary Clinton è costretta a lavorare sempre all’ombra di qualcun altro.

Intervistata da Fabio Fazio, Condoleeza Rice ha precisato che Barack Obama ha la stessa politica estera del suo predecessore. È d’accordo?

Sì è No. Distinguerei, intanto, la politica estera dalla politica di sicurezza nazionale che spesso coincidono.

Apparentemente la politica di sicurezza nazionale sembra diversa in realtà è identica. Non solo per quello che ti dicevo prima su Afghanistan, Iraq e Pakistan ma addirittura su Guantanamo.
L’autoscadenza che si era dato Obama, di chiudere la prigione entro un anno, è già stata rimandata.
Quando, comunque, Guantanamo chiuderà, se mai chiuderà, non cambierà il trattamento che gli Stati Uniti avranno con i detenuti. Anzi. Già gli avvocati dei detenuti si sono già lamentati perché hanno capito benissimo che nelle carceri americane dove, ad un certo punto, verranno trasferiti i detenuti i loro assistiti staranno peggio perché Guantanamo è un carcere perfetto dove l’unico problema, in tutti questi anni, è stato lo status giuridico dei detenuti.

Bush aveva deciso che alcuni di questi detenuti apperteneti ad Al-Qaeda non potevano essere per vari motivi trattati come normali criminali per tanto ha vietato loro i diritti processuali.

Obama prosegue anche su questo la linea del suo predecessore. Sono quindi d’accordo con Condoleeza Rice quando sostiene che tra i due non c’è molta differenza.

Sulla politica estera, in senso stretto fatta eccezione per la parte bellica dove c’è una continuità, un po’ di differenza c’è. Obama fa molto più affidamento sulle Nazioni Unite anche se le ha criticate per il rapporto che è stato realizzato contro Israele. Ha boicottato la conferenza sul razzismo contro Israele come già aveva fatto Bush.

Il vero punto di cambiamento è sicuramente il dialogo con i nemici che Obama sta tentando di fare. Bush ha provato più nettamente a denunciare, diceva lui, la malvagità del nemico quindi non voleva avere che fare. In realtà anche Bush parlava con gli iraniani. Prima con colloqui segreti. Poi attraverso gli europei. L’Onu per conto suo. Il suo inviato a Ginevra è lo stesso che collabora con Obama.

A parole c’è una chiara differenza. Bisogna vedere, e questo è uno dei grandi interrogativi della presidenza Obama, cosa succederà nel momento in cui si accorgerà che gli iraniani giocano a prenderlo in giro.

Hilary Clinton si è emancipata da Barack Obama?

Una battuta che si diceva quando Obama ha vinto il Nobel per la pace era “in effetti questo premio è meritato perché è riuscito a far pace con Hillary Clinton” che sembrava una cosa impossibile.

Hilary
non sembra far ombra ad Obama. Credo che si sia trovata un ruolo che le piace, su cui è preparata. In realtà è Obama che non le lascia mai troppo spazio. La vera politica estera la fa Obama. Quando ci sono le decisioni più importanti è come se Hillary fosse in secondo piano.

Poi Obama ha nominato una serie di rappresentati, quelli che in America vengono chiamati zar. Ne ha uno sull’Afghanistan e sul Pakistan. Ne ha uno sul Medio Oriente. Ne ha più d’uno che rispondono direttamente a lui. Quindi secondo me è Obama che non si è liberato dello spettro di Hillary.

Cambia il continente ma il maschilismo è pressoché identico a quello europeo?

È uscito domenica un articolo sul New York Times secondo il quale questa Casa Bianca è gestita nel modo più maschilista possibile. La cosa fa impressione perché in realtà Obama è amato dalle donne, ha un’immagine diversa.

È una cosa che il New York Times, giornale obamiano e molto di sinistra, ha lanciato nei giorni scorsi.

  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO