Gianfranco Mascia toglie la piazza a Berlusconi

Silvio Berlusconi voleva fare una manifestazione in grande stile in Piazza San Giovanni il 23 marzo, per la giustizia (quella a modo suo, per lo meno). Ci sarebbe riuscito? Avrebbe riempito la piazza? Qui ci si permette di dubitarne. Ma la verità è che non lo sapremo mai.

Perché Piazza San Giovanni, per il 23 marzo, l'ha prenotata Gianfranco Mascia.


Lo scrive lui stesso, su Twitter e sul suo sito. Mascia, una delle anime del popolo viola, ha un conto aperto con Berlusconi fin dai tempo del Bo.Bi. (Boicotta il Biscione), un comitato che organizzava "scioperi" di boicottaggio contro le attività del Cavaliere, fin dagli anni ottanta.

Ma cosa si farà, allora, il 23 marzo?
Non si sa ancora.

Mascia scrive:

«il plurindagato Cavaliere Nero dovrà fare i conti, quel giorno, con una manifestazione i cui risvolti organizzativi pianificheremo la settimana prossima in una grande assemblea a Roma, alla quale invitiamo tutti coloro che vogliono difendere i magistrati dagli attacchi di Berlusconi e che vogliono impegnarsi perchè in Parlamento si voti al più presto una nuova legge elettorale e una legge sul conflitto di interessi».

Il post di Mascia si chiude con un appello all'unità:

«A questa riunione organizzativa invitiamo proprio tutti. Perchè non è il momento delle divisioni e perchè dobbiamo decidere tutti insieme, senza steccati, come reagire di fronte agli attacchi alle istituzioni italiane».

Staremo a vedere: l'aria che tira sul futuro politico italiano non sembra di unità, ma di divisione.

E lo stesso Mascia, che festeggiava stappando lo spumante quando Berlusconi appariva finito, ha dovuto, ancora una volta, rimandare i suoi festeggiamenti.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO