Il Pdl nel caos tra accuse di caserma e bordello


Il Pdl è in aperta crisi, quotidianamente ci sono accuse tra finiani e berlusconiani in un crescendo di attacchi tra le due fazioni. Lo spettacolo offerto è veramente imbarazzante così come è alquanto ridicola l'inventiva con la quale vengono condite le dichiarazioni dei vari esponenti del partito. E' tutto un crescendo di caserma Pdl, ghedinate, cesarismo, serpi in seno ecc.

Tocca al coordinatore Denis Verdini coniare un nuovo termine per descrivere la situazione e attaccare il finiano Fabio Granata

Il PdL non deve essere una caserma ma neanche un bordello, dove ogni giorno c'è chi apre bocca e gli dà fiato, usando in modo equivocabile il pluralis majestatis e formando un insopportabile cicaleccio che non tiene conto che esistono un partito, un coordinamento nazionale, i vari organismi, compresi i probiviri


Insomma l'evoluzione della diatriba interna sta toccando dei livelli inarrivabili come se fosse uno scontro tra tifosi allo stadio. E i toni non tendono assolutamente a tornare normali. Ai distinguo dei finiani e ai richiami all'ordine dei berlusconiani non sembra esserci fine così come i vari big di partito non si stancano mai di inventarsi qualche nuovo termine per definire la burrasca interna. E i quotidiani non vedono l'ora di citare la prossima invenzione verbale.

  • shares
  • Mail
12 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO