Unione Europea: D'Alema trombato. Catherine Ashton ministro degli Esteri



Nemmeno la coalizione di tutte le forze politiche nazionali è bastata a Massimo D'Alema per guadagnare la carica di Alto rappresentante per la politica estera dell’Unione (in parole povere il Ministro degli Esteri d'Europa). Alla fine di una lunga serie di polemiche, in cui il Lider Massimo si è beccato dell'ex-comunista filosovietico e altre amenità, la carica è andata a Catherine Ashton, sempre su indicazione del Partito Socialista Europeo.

Presidente dell'Unione è stato invece nominato il premier belga Herman Van Rompuy, che dovrà così lasciare "a malincuore ma con grande entusiasmo" la massima carica nazionale.

Quanto a D'Alema ricordiamo comunque che in questo vicenda gode della compagnia di due altri trombati di lusso come Tony Blair e la nuova "fiamma" (in senso politico) di Hilary Clinton, il ministro degli Esteri britannico David Miliband. In ogni caso le sue dichiarazioni (dopo il salto) hanno mirato a ben celare l'inevitabile delusione:

«Faccio i migliori auguri alle persone che sono state nominate. E' stato un onore essere stato candidato per un incarico così prestigioso in un momento così importante per l'Europa»

Meglio andò a Romano Prodi... nemesi storica o vendetta postuma?

  • shares
  • Mail
11 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO