Il Belpaese senza figli. E gli immigrati copiano gli italiani

La politica del “nulla” (coperta dalla tv spazzatura e asservita al padrone di turno) regala al Belpaese anche il record della denatalità.

L’Italia è sotto il livello (2,1 per ogni donna) che permette il ricambio generazionale. Siamo nel buco nero demografico.

Le cause sono note: l’incertezza del futuro, i figli costano troppo, mancano servizi adeguati, non ci sono le condizioni che conciliano maternità e lavoro. Per decenni si è fatto poco. Negli ultimi anni più niente. Manca una solida politica a favore della famiglia, di quella “naturale”, trattandosi di genitori e figli.

Il “soccorso” degli immigrati è fasullo perché anche loro copiano gli italiani, come dicono i dati: dal 2,5 sono scesi al 2,1 con ulteriore previsioni negative.

Intanto alcune regioni (Emilia Romagna ecc.) approntano dei Dico territoriali, non fanno più alcuna differenza tra nuclei fondati sul matrimonio e le convivenze generiche in ordine all’accesso ai servizi sociali e le prestazioni sanitarie. Giusto? Forse sì, anche se c’è il rischio della deriva ideologica.

La conseguenza è che l’inverno demografico attanaglierà sempre più il nostro Paese. E alla fin fine la discriminata è la coppia sposata con figli, soggetti svantaggiati, e con anziani a carico.

Questi sono temi centrali. E caldi. Ma il Governo ha altro da fare. E ognuno s’arrangia come può.

  • shares
  • Mail
26 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO