Conclave 2013, Peter Turkson: chi è?


Peter Turkson ha già raggiunto un obiettivo prestigioso, essendo il primo Cardinale nativo del Ghana, ma di certo la possibilità di essere il primo Papa nero è tutta un'altra storia. E la cosa gli ha portato anche parecchie simpatie, come si è visto dalla finta pubblicità "elettorale" che è comparsa in suo onore a Roma. Lui stesso si rende conto dell'importanza simbolica della cosa: in una conferenza stampa del 2009 gli venne chiesto che ne pensasse della possibilità di diventare Papa nero e se lo ritenesse possibile. "Perché no? Ogni prete può sperare di diventare Papa un giorno. E se Dio vuole vedere un uomo nero anche come Papa, allora rendo grazie a Dio".

Nato a Wassaw Nsuta nel 1948, il Cardinale Peter Kwodo Appiah Turkson è attualmente Presidente del Pontificio Consiglio della Giustizia e della Pace e Arcivescovo Emerito di Cape Coast in Ghana. Ha iniziato gli studi in seminario in Ghana nel 1962, concludendoli ad Albany, stato di New York, nel 1975. Nello stesso anno ha ricevuto l'ordinazione sacerdotale nella Cattedrale di St Francis De Sales a Cape Town. Da lì, è partito per Roma nel 1976, dove ha compiuto gli studi di specializzazione in Sacra Scrittura al Pontificio Istituto Biblico, concludendo il dottorato nel 1992. In questo arco di tempo (1975-1992) ha insegnato nei due seminari dove ha compiuto i suoi studi in Ghana e ha insegnato come docente nella Facoltà di Religione di Cape Town.

Nel 1992 viene nominato da Giovanni Paolo II arcivescovo di Cape Coast e riceve l'ordinazione episcopale il 27 marzo 1993, rango che viene innalzato a Cardinale nell'ultimo concistoro tenuto da Papa Giovanni Paolo II nel 2003. Diventa così il primo cardinale ghanese e nel 2005 prende parte al Conclave che elegge Ratzinger Papa. Le sue quotazioni di futuro Papa salgono nel 2009, quando viene nominato presidente del Pontificio Consiglio della Giustizia e della Pace, ruolo che mantiene tuttora, e nello stesso anno è Relatore generale per la II assemblea speciale per l'Africa del Sinodo dei Vescovi.

Nonostante i natali africani non si è discostato dalle condanne che anche Benedetto XVI ha mosso al metodo contraccettivo, affermando che "i preservativi non sono la soluzione per la crisi dell'Aids in Africa". Ha però anche detto che essi possono essere utilizzati da parte di una coppia di fedeli sposati se uno dei due coniugi è infetto. Parla correntemente sei lingue: Fante (lingua nativa), inglese, francese, tedesco, italiano ed ebraico.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO