I lavoratori perdono il posto e ricevono ... manganellate

In un Paese, come dice la cantante Fiorella Mannoia, “in formato talk show”, non fa certo notizia un sindacalista ferito dalla polizia negli scontri di stamattina in un corteo di Roma.

Si tratta di un delegato sindacale dell’Alcoa di Portovesme finito (con ritardo, l’ambulanza è giunta dopo 38 minuti …) all’ospedale dopo essere svenuto per una manganellata di un poliziotto.

I lavoratori erano scesi nella capitale per difendere il loro posto di lavoro, oramai appeso a un filo, o più verosimilmente, dato per spacciato. Pare che, a causa di una deviazione del percorso stabilito, è scattata la carica degli agenti in tenuta antisommossa e la conseguente baruffa.

Fra i manifestanti c’erano il leader della Cgil, Epifani e quello dell’Idv, Di Pietro. Ben distante, il Governo. Ma anche gli altri partiti.

Le vertenze in corso sono migliaia e non è facile per i lavoratori esasperati (e disperati), rimanere sempre “in riga”. Le forze dell’ordine non devono però farsi prendere la mano dalla tensione.

Spetta al Governo, in primis al Ministro degli Interni, agire e far agire con il massimo senso di responsabilità e il necessario sangue freddo.

Insomma, la crisi, durissima, non deve diventare un problema (anche) di ordine pubblico.

  • shares
  • Mail
33 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO