Hugo Chavez è morto. Maduro: «Presto il calendario delle celebrazioni. Scendete in piazza per dimostrare il vostro amore per Chavez»

Hugo Chavez

Nicolas Maduro ha dichiarato, proseguendo nella narrazione personalistica ed antiamericana, che il cancro di Chavez è stato causato senz'altro da un attacco nemico.

Poi, annunciando la scomparsa del leader, ha detto:

«Saremo degni eredi di un uomo gigante, come è stato e sarà sempre nella memoria il Comandante Chavez. Comandante, ovunque tu sia, mille volte grazie da parte di questo popolo che hai protetto»

Il vicepresidente ha spiegato che presto verrà pubblicato il calendario delle celebrazioni funebri e ha invitato tutti a scendere in piazza per esprimere il loro «amore» per il Presidente scomparso.

«Onore e gloria a Hugo Chavez»

ha concluso un Maduro visibilmente commosso.

Hugo Chavez è morto

Hugo Chavez è morto. Il Presidente del Venezuela si è spento a Caracas alle 16.25, ora locale.

Il vice presidente venezuelano Nicolas Maduro, che aveva denunciato l'esistenza di un presunto piano per «destabilizzare il Venezuela», ha dichiarato:

«Egli non è morto il suo messaggio vive ancora con noi».

Chavez si è spento dopo una battaglia di due anni contro il cancro: era stato operato quattro volte a Cuba. Il tumore gli era stato diagnosticato nella regione pelvica nel 2011, aveva subito l'ultima operazione l'11 di dicembre, e da allora non si era più mostrato in pubblico.

«E' un momento di grande dolore»

ha dichiarato ancora Meduro.

La scomparsa del leader socialista, ex militare, protagonista di un tentato golpe nel 1994, una personalità forte, popolare e populista, fortemente ostile agli Stati Uniti d'America, e dagli stessi fortemente osteggiato, aprirà a nuove elezioni nel Paese: dopo 14 anni di presidenza ininterrotta di Chavez, il Venezuela sarà chiamato a eleggere un nuovo leader.

La sua "rivoluzione socialista" gli sopravviverà?

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO