Rassegna stampa estera: Berlusconi, Patrizia D'Addario e "Gradisca Presidente"


La pubblicazione del primo libro di Patrizia D'Addario, "Gradisca Presidente", non ha suscitato grandissimo clamore sui media italiani. Lo ha fatto invece su quelli stranieri, che sono attrati come dal miele da qualsiasi cosa includa il nome della escort più famosa d'Italia.

L'autorevole quotidiano tedesco Sueddeutsche Zeitung si è proprio concentrato sulle ragioni dell'atteggiamento tiepido delle testate italiane:

Le rivelazioni della squillo vengono trattate con cautela dalla stampa italiana. Viene messa in dubbio la “versione della escort”, alcuni critici parlano di ricatto consegnato pubblicamente. La coautrice Tulanti si difende da questa critica: il libro è una “storia simbolica sul ruolo delle donne, del loro corpo e della loro dignità nell’Italia odierna”, ha detto in una intervista

Secondo la D’Addario la controparte ha aperto da tempo il fuoco contro di lei e vuole metterla definitivamente a tacere. Sua madre è stata aggredita per strada, lei stessa sarebbe stata più volte minacciata e derubata. Non si lascia però scoraggiare per questo, lei è “a posto con se stessa”.
Anche se questa vicenda ricorda un po’ Giovanna d’Arco, nel libro Patrizia D’Addario non lascia alcun dubbio di cosa si tratti veramente: di garanzia finanziaria e dignità personale. Per questo, probabilmente, non sarà fatta santa

Il britannico Daily Telegraph ha invece rimarcato come, tra la versione di Silvio Berlusconi e quella della escort pugliese, sia quella di quest'ultima a risultare più credibile:

(Patrizia D'Addario) ha ridicolizzato l’affermazione di Berlusconi secondo cui le cene, durante le quali dozzine di showgirl e starlette alla moda bevevano champagne per poi tornare a casa con spille a forma di farfalla incrostate di diamanti, fossero in realtà delle riunioni politiche. “Innanzitutto, un club politico di questo tipo avrebbe dovuto essere composto solo di donne giovani e belle, vestite unicamente con abiti neri attillatissimi, perché questo è l’unico genere di persone che ho visto. In secondo luogo, i membri di un partito si lasciano accarezzare, baciare e toccare in maniera inequivocabile dal loro capo? Se questo è il modo in cui si fa politica oggi, allora io sono ben qualificata”

Sempre in UK il Guardian - forse facendosi qualche illusione - ha messo in evidenza come, tra le rivelazioni di Patrizia, ce ne siano che possono mettere in pericolo la reputazione del primo ministro più di quanto sia avvenuto finora:

La D’Addario afferma di aver visitato la residenza privata di Berlusconi a Roma per due volte durante lo scorso anno. La prima volta, racconta, fra gli ospiti alla cena c’erano due lesbiche. “Si trovano a loro agio” scrive la D’Addario. “Si baciano e si accarezzano e si rivolgono al Premier con molta confidenza”. Tutto questo ha rilevanza politica. Molti italiani conservatori, pronti a perdonare, se non ad approvare, la promiscuità eterosessuale saranno sconcertati dall’affermazione che la vita privata del loro leader include anche l’omosessualità femminile

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO