Corea del Nord: vietati voli e uso delle coste per nuova esercitazione

Presidente nordcoreano

Divieto di voli e di navigazione al largo delle coste della Corea del Nord. Lo ha ordinato il governo di Pyongyang facendo intendere che condurrà nuove esercitazioni militari importanti. Non è possibile neanche escludere che vengano lanciati nuovi missili a corto e medio raggio, come più volte minacciato dal regime nordcoreano nelle scorse settimane.

La notizia è stata rilanciata dall'agenzia di stampa sudcoreana Yonhap, che ha citato una fonte del governo di Pyongyang. "L'esercito del Nord sta preparando esercitazioni militari su vasta scala e potrebbe aver interdetto l'accesso alle aree per esercitazioni che prevedono lanci navali e aerei. Tuttavia, non si può escludere il lancio di missili".

Ieri, un generale nordcoreano in tv ha detto che la Corea del Nord ha rotto l'armistizio con gli Stati Uniti e con la Corea del Sud e minacciato un'azione militare contro Washington e Seul se le esercitazioni militari tra i due Paesi fossero continuate. Praticamente, la Nord Corea ha dichiarato nullo il patto di non belligeranza che nel 1953 pose fine alla guerra di Corea.

L'edizione di oggi del giornale ufficiale del Partito del lavoro della Rpdc, il Rodong Sinmun, dedica la prima pagina alla dichiarazione di guerra e promette che la Corea del Nord trasformerà non solo la capitale sudcoreana Seul, ma anche Washington "in un mare di fiamme, con i suoi diversi mezzi e un preciso attacco nucleare, se gli Stati Uniti brandiscono armi nucleari". L'articolo assicura che "I preparativi per l'attacco sono ora completati" e che l'esercito "Sta solo aspettando l'ordine dal leader Kim Jong-un".

Foto | © Getty Images

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO