Servizio Pubblico, puntata 7 marzo 2013 live su PolisBlog

00.15 Finisce la diretta
00.15 Il nuovo Papa non sarà italiano.

00.13 D'Alema.

00.12 La sfida Grillo-Marchionne.

00.10 La grillina Lombardi.

00.09 Prostituzione.

00.07 Prima delle vignette, un servizio sul modello belga (la prorogatio).
00.02 Pubblicità, poi le vignette di Vauro.
23.58 Per Lerner Napolitano sceglierà la Cancellieri come Premier del nuovo governo. Anche per Travaglio alla fine Napolitano metterà d'accordo i partiti che fino ad oggi hanno governato.
23.53 Mentana ipotizza che Napolitano penserà ad un governo tecnico-istituzionale che riceva la fiducia anche del Pdl. Un governo che faccia la legge elettorale e qualche provvedimento economico.
23.52 "I partiti vanno riformati ma non aboliti".
23.49 Bindi: "Mi preoccupa che c'è la convinzione che basta togliere alcune persone dai partiti per risolvere il problema".

23.47 Santoro: "Le primarie per i parlamentari sono state poco serie".
23.45 Per Santoro i politici sono morti di Porcellum. Bindi:

Grillo vive di Porcellum.

23.42 "Vorrei rispetto per il M5S nella stampa italiana che non ho visto, ad eccezione del Fatto".
23.40 Petra Reski: "Ho seguito Grillo dal 2005 con curiosità". La giornalista paragona il M5S ai Verdi della Germania di trent'anni fa.
23.34 L'imprenditore Giuseppe deride Fassino, D'Alema e Berlusconi:

Ho votato Grillo perché è la novità. Se Grillo non darà risposte arriverà il movimento dei bastoni. Dopo Grillo chi votiamo noi?

23.27

Travaglio: "Su Grillo si sta caricando un'enorme aspettativa". Poi spiega: "Il Pd è fatto anche da persone perbene". Il giornalista concorda con Santoro sulla necessità di un gesto simbolico che la casta dei politici deve compiere.
23.26 "Rifiuto l'idea che siamo tutti uguali".
23.23 Bindi: "Io responsabile dei disastri che ha fatto Berlusconi non sono. Mi sono sempre opposta. Io rispondo della riforma sanitaria che ho fatto io che oggi ritrovo nel programma di Beppe Grillo".

23.21 "A me non interessa se Berlusconi ha comprato un senatore, io voglio il piatto a tavola".
23.19 "Chi ha lo stipendio non si accorge che c'è gente che non ce la fa. Non ne parliamo". Santoro:

Questo a me non può dirlo.

L'imprenditore:

Ora parlo io. Basta con la vecchia politica. Vogliamo i giovani. Andatevene a casa. E' da 25 anni che ha la poltrona attacca al deretano.

23.18 "Vogliono fare il movimento dei bastoni e andare a picchiare...". Santoro prova a spiegare che per risolvere i problemi qualcuno li deve affrontare.
23.16 Giuseppe, l'imprenditore che non lavora da due anni e che è andata davanti alla villa di Beppe Grillo:

Sono schifato, si è parlato di tutto ma non dei problemi degli italiani.


23.14 Si torna con un servizio di Monica Giandotti.
23.08 Pubblicità.
23.05 Gianni Dragoni ricorda che nei prossimi mesi arriveranno 34 miliardi di nuove tasse.

23.05 Lerner sottolinea che il governo Rodotà sarebbe l'opposto di quello Monti e quindi difficilmente sarà scelto da Napolitano.
23.02 Lerner: "Tra gli sconfitti delle elezioni c'è anche Napolitano".
22.59 Mentana: "Il Pd non ha fatto campagna elettorale. Non c'è stata una proposta precisa, Berlusconi ne ha fatte".

22.57 Cacciari: "Berlusconi è ancora in campagna elettorale".
22.56 Mentana osserva che il Pdl ha paura di restare fuori dai giochi.
22.55 La Santanché accusa Bersani di non essere un leader, poi aggiunge: "Andare al voto sarebbe devastante, ma se siamo costretti non abbiamo paura".
22.54 Poi annuncia: "Dobbiamo ridurci del 50% gli stipendi".
22.53 L'intervista alla Santanché. "Chiediamo agli italiani se vogliono una legge sul conflitto di interessi o vogliono indietro l'Imu".

22.52 Il giornalista rinfaccia al Pd di aver votato pochi mesi fa una legge anticorruzione, ma ora ne propongono una più aspra.
22.50 Travaglio sottolinea il fallimento del centrosinistra sul conflitto di interessi.
22.48 Cacciari: "Voglio vedere se Grillo non vota la fiducia a un governo Rodotà".
22.46 "L'unico che ci può fare sopravvivere è Napolitano. Fai tu un governo non più tecnico ma di grande levatura culturale".
22.45 Cacciari: "Ho letto gli 8 punti di Bersani e sono le solite cose che si ripetono da 20 anni senza fare niente".
22.44 Cacciari invita a smetterla con le esegesi delle dichiarazioni di Grillo.

22.41 La Reski svela che la sua intervista era stata già citata prima ancora che fosse pubblicata.
22.39 In studio c'è Petra Reski, giornalista del giornale tedesco Tagesspiegel, che ha intervistato Grillo negli scorsi giorni.

22.38 Mentana insiste: se il Pd fallisse tutti i dirigenti dovrebbero andare a casa.
22.36 Bindi ipotizza a questo punto il piano b, consistente in un governo 'tecnico' formato da Napolitano: "Se ci fosse la possibilità di un governo fatto da altre personalità non saremmo noi a bloccare la stagione di cambiamento".
22.35 Bindi chiosa: "Non ci resta che dialogare con i montiani".
22.32 La Bindi però pensa che si debba cedere la presidenza della Camera ad un'altra forza politica ed eleggere il Presidente del Senato magari alla terza votazione coi voti dei montiani.
22.31 Lerner: "E' pensabile votare per un incarico istituzionale come la Presidenza di una Camera un esponente del Pdl che andrà in piazza per manifestare contro la magistratura?" La Bindi dice no:

In questo Paese non ci sono le condizioni.


22.29 Bindi: "Caro Becchi, senza un nuovo governo non possiamo fare nessuna azione che ridia respiro al Paese".

22.27 Bindi boccia l'idea di Becchi: "Il Parlamento se non ha il governo non ha autonomia. Serve un governo in attività".
22.26 Santoro evidenzia che se non viene eletto il Presidente del Senato "salta tutto".
22.24 La Bindi boccia la proposta Becchi: "E' senza nessun fondamento".
22.24 Becchi precisa che la prorogatio comporta che il potere legislativo venga trasferito al Parlamento, legando le mani al governo Monti.
22.21 L'intervista della Innocenzi al professor Becchi, sostenitore della prorogatio.

22.16 Il fatto di cronaca avvenuto ieri in un ufficio della Regione Umbria con la morte di due impiegate. Qui la foto del foro provocato da un proiettile sparato da chi poi si è suicidato.

22.11 Pubblicità.
22.09 Travaglio cita il caso del grillino 'inventato' a Pomeriggio Cinque, poi spiega che se si tornasse al voto subito Grillo potrebbe non prendere così tanti voti perché i cittadini potrebbero essere spaventati dall'instabilità.
22.08 Lerner sostiene che Grillo mente quando dice che i movimento non hanno leader: "Lui è un leader".
22.07 "La seconda tappa di Grillo è eliminare tutti i partiti. La terza tappa a me fa paura".
22.04 "L'obiettivo di Grillo è frantumare il Pd".

22.03 Lerner: "Prima delle elezioni non ne ho azzeccata una, non immaginavo che per un pelo Berlusconi potesse vincere".
22.01 "Napolitano non avvalerebbe mai un governo PD-M5S".
22.01 "Se Bersani vince, vince la sinistra più radicale. Perché l'allenza tra M5S e Pd non prevede gli Enrico Letta".

21.57 Mentana sul Pd: "Molti di loro pensavano già a un governo in cui dopo la vittoria di Bersani alle primarie ci sarebbe stata una forte rappresentanza del centrosinistra. Per loro questa è l'ultima carica. Se fallisse, toccherebbe a una nuova generazione. Sperano che nel M5S ci sia qualcosa di diverso dalla teleguida di Grillo".
21.55 Renzi non risponde alle domande.

21.54 Su Grillo: "Chi dice che non governa finché non prende il 100% ha qualche problema con il concetto di democrazia".
21.53 Bindi: "Vogliamo rinegoziare in Europa".

21.52 "Senza di noi non si può fare niente, noi abbiamo la maggioranza".
21.50 "La responsabilità talvolta la si paga".
21.48 Bindi: "Noi non siamo al governo con Berlusconi. Ci siamo assunti la responsabilità di dare la fiducia a un governo scelto in larga parte da Napolitano".

21.48 Travaglio chiosa: "Se continui a fare proposte che i grillini possono rifiutare loro le rifiutano".
21.47 Il giornalista contesta al Pd l'errore di non essere andati al voto a novembre 2011 e di aver scelto invece un governo tecnico in alleanza con Berlusconi.
21.45 Travaglio nota che Pd e Pdl sono già alleati. Quindi perché non potrebbe esserlo anche tra 7 giorni?
21.44 Per Travaglio il programma presentato da Bersani è imbarazzante, generico.
21.41 Si torna in studio. Il commento di Travaglio sulle intenzioni di Bersani.

21.39 Democrazia Cristiana di Rotondi prese 700mila euro dal Pdl. Lo stesso Rotondi lo ammette e lo giustifica come patti tra partiti.

21.39 Secondo il racconto di De Gregorio 2 milioni gli furono dati in nero da Lavitola in persona, 1 milione invece regolarmente versati dal Pdl.
21.36 Caforio racconta che De Gregorio non gli fece il nome di Berlusconi.
21.35 Caforio racconta dell'incontro nel quale De Gregorio di fatto gli propose di passare al centrodestra in cambio di 1,5-2 milioni subito e 3 successivamente.

21.32 La ricostruzione della deposizione di De Gregorio, che di fatto ha confessato di essere stato comprato dal Cavaliere.
21.31 L'intervista a Prodi che sottolinea che se le accuse a Berlusconi di aver comprato il senatore De Gregorio venissero confermate si tratterebbe della massima violazione della democrazia.

21.30 Inizia la puntata.
21.24 Il conduttore critica alcune proposte grilline che non avrebbero copertura economica. Pubblicità.
21.22 "Grillo non mi fa paura". Poi spiega che il suo (di Santoro) governo proposto è stato promosso dall'80% degli internauti.
21.21 Santoro cita gli articoli 21 e 49 della Costituzione sul diritto di associarsi in partito e sulla libertà di parola.
21.20 Quindi sull'intervista rilasciata da Grillo a Time: "La cosa grave è che ha detto che i partiti li vuole eliminare tutti".
21.18 Il conduttore cita la condanna odierna di Berlusconi: "In un paese normale sarebbe stato un Watergate".
21.16 Santoro paragona il rapporto tra Bersani e Grillo con quello tra De Filippo e la moglie.

21.15 Inizia l'anteprima, a cura di Michele Santoro.
20.50 Tra pochi minuti inizia la puntata di Servizio Pubblico. Su PolisBlog la seguiremo in diretta.

Questa sera alle 21.10 circa torna su La7 l'appuntamento con Servizio Pubblico. Michele Santoro nella puntata intitolata La scelta del presidente ospita in studio Rosy Bindi, presidente del Partito democratico, il direttore del Tg La7 Enrico Mentana, il giornalista Gad Lerner e il filosofo Massimo Cacciari (già presente giovedì scorso).

Non mancherà il contributo di Marco Travaglio; spazio anche a Giulia Innocenzi e a Monica Giandotti. In chiusura le consuete vignette satiriche di Vauro.
PolisBlog seguira in diretta tutta la puntata.

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO