Funerali di Chavez: il corpo del comandante verrà imbalsamato

Oggi funerali di Hugo Chavez

Caracas si ferma per i funerali di Hugo Chavez, previsti per oggi pomeriggio alle 16.30 nella capitale venezuelana. Il corpo del comandante verrà imbalsamato, come quello di altri leader storici: Mao, Ho Chi Min, Lenin. Per rimanere per sempre nella storia. La decisione è stata annunciata dal presidente ad interim Nicolas Maduro: "La salma non poteva sparire dentro una bara e finire sotto terra". In attesa delle esequie, continuano a sfilare in migliaia davanti al feretro di Chavez all'Accademia militare.

Chavez riposerà vicino al suo grande ispiratore, Simòn Bolivar. Maduro ha detto inoltre che il corpo dell'ex presidente resterà esposto per altri sette giorni. "Ci sono ancora migliaia di persone che vogliono rendergli omaggio. Vogliamo soddisfare questa richiesta". Dopo i funerali, il suo corpo sarà trasferito nel Cuartel de la montana, la caserma vicino a Caracas dove l'ex colonnello dei parà teneva le sue riunioni in vista del golpe del 1992, poi sfumato.

Gli uffici e le scuole pubbliche del Venezuela resteranno chiusi fino a martedì. I negozi proseguiranno a essere aperti, ma a singhiozzo. E' vietato, a Caracas, girare armati o vendere alcolici. Chi non riuscirà ad assistere al funerale dal vivo, sarà in casa a guardare la cerimonia in tv. Nella capitale del Venezuela sono arrivati 33 capi di governo: il presidente argentino Christina Kirchner ha reso omaggio ed è ripartita. Ci sono anche sei ministri degli Esteri, 50 delegazioni di governo e organizzazioni internazionali. Undici Paesi del continente sudamericano hanno proclamato tre giorni di lutto. In Bolivia, Nigeria e Nicaragua durerà una settimana. In Iran sarà lutto domani.

Una curiosità: per chi crede nella magia, aver riesumato i resti di Simòn Bolivar sarebbe stata la causa della sua malattia. E' accaduto con Tutankhamon, è successo anche con il "Libertador". Tutti i patologi, i chimici, gli storici, i tecnici che hanno aperto il feretro dell'eroe dell'indipendenza e ne hanno esaminato il cranio e le ossa sono deceduti in circostanze misteriose. Chi in un incidente d'auto, chi per una strana malattia, chi per una banale disgrazia. Mancava solo Chavez. Ha scoperto il suo tumore pochi mesi dopo l'apertura della tomba. Ha resistito meno di due anni. Simòn Bolivar riposa nel Pantheon e i risultati delle analisi sul suo dna restano sconosciuti.

Foto | © Getty Images

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO