Tartaglia Santo subito! E' già diventato un mezzo eroe per certa sinistra


Massimo Tartaglia, lo psicolabile protagonista dell'aggressione di ieri a Silvio Berlusconi, è già diventato una specie di idolo in rete. Decine di migliaia di persone sono diventati fan di Tartaglia su Facebook. Appena un'ora dopo l'accaduto erano stati creati decine di gruppi di sostegno all'assalitore con commenti che variavano tra il "Tartaglia Santo Subito" con annessa immagine, "Chiunque l'abbia colpito lo stimo tantissimo", "Ci credereste? Qualcuno lo ha fatto! Quest'uomo ha interpretato il pensiero e i desideri di mezza Italia", "Hanno colpito Berlusconi, quanto ci godo", "Tartaglia personaggio dell'anno", "Tartaglia sposami subito!", "Se dicono che lui è uno psicopatico, dovrebbero allora rinchiudere tutti gli italiani. Vai Max!”

Da Facebook passando per Twitter fino a You Tube c'è stato un crescendo di solidarietà a Tartaglia per il suo gesto, decine di migliaia di internauti sostengono lo sciagurato, lodandolo apertamente e condividendo più o meno apertamente la sua aggressione al premier.

Battute, festeggiamenti, deliri, giustificazioni, affermazioni sul se l'è cercata (e se lo è meritato) circolano ovunque abbassando continuamente il limite del buonsenso, dando libero sfogo al peggio. I sostenitori non tentano nemmeno di frenare il proprio entusiasmo.

Fa impressione notare quanto la parte più becera di certa sinistra goda di quanto accaduto e lo faccia senza rendersi conto di come sia controproducente, per loro, comportarsi in questo modo. Un delirio sconfortante da cui l'opposizione dovrebbe prendere le distanze apertamente senza rifugiarsi in patetici distinguo come quelli di Di Pietro o della Bindi.

Evidentemente il clima d'odio è così radicato da compromettere la capacità di fermarsi un attimo e ragionare sulla gravità di quanto accaduto. Le reazioni e l'elevazione a simbolo di Tartaglia fanno intendere che ormai il limite è stato ampiamente superato. Non mi meraviglierei se al processo (se ci sarà) ci sarà una specie di soccorso e sostegno in aula e fuori al pazzoide, nel segno della comune lotta antiberlusconiana.

  • shares
  • Mail
133 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO