Ping Pong: botte (e risposte) della giornata politica

Ultimissime. Berlusconi: “Sul governo nulla è stato deciso. Ci saranno sorprese. Formigoni? Lo vedrò martedì sera”. Fini: “Sarei cretino a rifiutare la presidenza della Camera”. Di Pietro: “Ci sono due Pd, uno vuole annientarci. Con chi sta Veltroni?” . Bettini: “Mercoledì l’incontro di Veltroni con Di Pietro.”. Grillo:”Per la sigla del V 2 Day scelgo Er Piotta, altre che Jovanotti di Veltroni!”. Montezemolo: “Rispetto i sindacati e cerco il dialogo”. Di Pietro: “Le ronde coi fucili sono anticostituzionali”. Napolitano: “Alla Thissenkrupp le morti più atroci”. Giordano: “Mi sono dimesso per la sconfitta elettorale, non per i sospetti”. Follini: “Il Pdl pronto a spartirsi la Rai”. Napolitano: “Ci vuole dialogo con i paesi produttori di materie prime energetiche”.

Silvio Berlusconi frena Bossi e sul governo annuncia sorprese. Fini: “ Io non vado da Berlusconi con la lista della spesa”.
Berlusconi: “Sulla formazione della squadra di ministri del prossimo governo nulla è ancora deciso. Chiuderò quando avrò la panoramica della squadra di 60 persone che formeranno l’esecutivo”. Altolà, Senatur!

Antonio Di Pietro boccia le ronde della Lega. Gasparri: “La lotta al crimine spetta a polizia e carabinieri”.
Di Pietro: “E’ incostituzionale organizzare ronde per affiancare o sostituire le forze dell’ordine pubblico. Bisogna aumentare del 30 % le risorse per polizia e carabinieri”. Meglio tardi che mai.

Sandro Bondi prevede Fini e Schifani presidenti di Camera e Senato. LaTorre:”Il Pdl parte male”.
Bondi: “Il 29 aprile ci sarà la prima seduta del Parlamento: il Pdl proporrà due personalità come Gianfranco Fini a presidente della Camera e Renato Schifani alla seconda carica dello Stato”. Pdl pigliatutto. Replay del governo Prodi. Di fronte a Fini e Schifani, giù il cappello.

Gianni Alemanno vuole un commissario governativo sulla sicurezza. Rutelli: “Sarò sindaco di Roma e guiderò io la lotta per la sicurezza”.
Alemanno: “Per la sicurezza ci vuole un commissario governativo, una persona che riunisce in sé i poteri dello Stato e degli Enti locali per un vero patto della sicurezza della capitale”. Cambiano le promesse e i sindaci, ma la sicurezza resta l’araba fenice.

Leonardo Domenici difende Maroni sulle ronde. Storace: “E’ iniziato il corteggiamento del Pd alla Lega”.
Domenici: “Maroni non propone ronde armate ma pone il problema del controllo del territorio. A Firenze e in tante città i sindaci stanno già facendo tanto per la sicurezza”. Non ce ne siamo accorti.

  • shares
  • Mail
43 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO