Conclave 2013: l’ultima Congregazione generale dei Cardinali

Si è tenuta ieri l’ultima Congregazione Generale dei Cardinali prima del Conclave. Erano presenti centocinquantadue porporati (ricordiamo che alla Congregazione Generale partecipano tutti i Cardinali, gli elettori e gli ultraottantenni) e di questi ventotto sono intervenuti in aula. Nel corso delle dieci Congregazioni, quindi, gli interventi sono stati oltre centosessanta.

La Cappella Sistina pronta per il Conclave 2005

Si è tenuta ieri l’ultima Congregazione Generale dei Cardinali prima del Conclave. Erano presenti centocinquantadue porporati (ricordiamo che alla Congregazione Generale partecipano tutti i Cardinali, gli elettori e gli ultraottantenni) e di questi ventotto sono intervenuti in aula. Nel corso delle dieci Congregazioni, quindi, gli interventi sono stati oltre centosessanta.

Si è posto il problema se continuare le Congregazioni nel pomeriggio di ieri, ma i cardinali hanno preferito tenersi il lunedì pomeriggio libero, prima di entrare nella clausura del Conclave.

L’economia, ancora una volta


Conclave 2013: i divieti per i cardinali

Argomento preponderante di quest’ultima Congregazione Generale è stato ancora una volta l’economia. Spiega padre Lombardi:

Per quanto riguarda la materia degli interventi, il cardinal Tarcisio Bertone, in qualità di Presidente della Commissione cardinalizia di vigilanza dell’Istituto per le Opere di Religione ha fatto una breve relazione sull’Istituto stesso, il suo servizio e il procedere dell’inserimento delle istituzioni vaticane nel sistema internazionale di controllo delle attività economiche e finanziarie.

Si è anche parlato di altri argomenti, naturalmente come, per esempio, cosa ci si aspetta dal nuovo pontefice.

Quanto durerà il Conclave


Conclave 2013: i cardinali elettori

Secondo padre Lombardi, “la prima fumata, attesa dopo le ore 20, difficilmente avrà esito positivo essendo la prima votazione”. Diciamo che la prima votazione è una sorta di primarie.

Se mercoledì ci sarà una fumata bianca allora probabilmente significherà che uno dei candidati più quotati sarà stato eletto (al momento attuale in pole position troviamo Scola, Turkson e Scherer). Se la giornata di mercoledì passerà senza fumata bianca, allora a correre saranno gli outsider e le cose potrebbero andare per le lunghe.

Ricordiamo che il conclave del 2005 iniziò il 18 aprile e Ratzinger venne eletto papa il 19 aprile. Altri due conclavi molto brevi sono stati quello del 1939 che ha portato all’elezione di papa Pio XII con solo tre scrutini e quello del 1978 che elesse papa Giovanni Paolo I con quattro scrutini.

Tra i conclavi più lunghi del secolo scorso, invece, si annovera quello del 1922 che elesse il cardinal Achille Ratti (papa Pio XI) che durò cinque giorni e furono necessari quattordici scrutini. Segue quello del 1958 che elesse papa Giovanni XXIII dopo undici scrutini.

Il prossimo papa secondo i bookmaker


Conclave 2013: le quote dei bookmaker

Secondo i bookmaker il prossimo Romano Pontefice sarà italiano, con un'età compresa tra i 70 e i 75 anni e probabilmente anche lui deciderà prima o poi di rassegnare le dimissioni. Ricordiamo, comunque, l'adagio che recita: “Chi entra in Conclave papa ne esce cardinale”.

Foto | Getty
Infografiche | Centimetri

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO