Beppe Grillo, l'inchiesta de l'Espresso e la precisazione dell'ambasciatore del Costa Rica

Beppe Grillo sul suo blog stamattina ha ospitato la precisazione dell'ambasciatore "Riguardo all'articolo ripreso dall'inchiesta dell'Espresso in cui si rivela l'esistenza di società legate a Grillo in Costa Rica, paese definito "Paradiso Fiscale", mi permetto di sottolineare che il mio Paese è stato escluso dalla lista dei paradisi fiscali dalla Ocse (Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico) a seguito della promulgazione di leggi e trattati internazionali di scambio di informazioni tributarie (come segnalato prontamente sul blog, ndr), ragion per la quale il Costa Rica non fa più parte della lista nera come indicato" Jaime Feinzaig Rosenstein, Ambasciatore Costa Rica

Beppe Grillo

Due annotazioni. Nell'inchiesta de l'Espresso non si faceva menzione della lista nera stilata dall'Ocse, ma a quella del Tesoro italiano. Ecco il passaggio in questione:

Difficile dare una risposta precisa, visto che l’oggetto sociale indicato nelle carte appare ampio. Ad aumentare la difficoltà c’è poi il fatto che il livello di trasparenza delle informazioni societarie in Costa Rica è tra i più bassi al mondo. Non per niente il Paese del Centroamerica è inserito nella black list dei paradisi fiscali dal Tesoro italiano mentre a livello internazionale l'Ocse lo colloca in una lista grigia di Stati che hanno fatto i primi passi verso una maggiore trasparenza.

Peraltro nella contro-replica del settimanale era riportata anche una precisazione in merito, visto che Grillo sul suo blog aveva già sollevato l'obiezione oggi nuovamente ribadita attraverso le parole dell'ambasciatore:

Fino al 2009, quando vennero create le 13 società di Vezzoli, il Costa Rica era anche inserito nella lista nera dell’Ocse e dell’Agenzia delle Entrate come paradiso fiscale. Oggi, l’Agenzia delle Entrate considera il Costa Rica un paese a fiscalità privilegiata per attività i cui proventi affluiscono da fonti estere.

Insomma, la sensazione è che Grillo voglia a tutti i costi rimarcare il buco nell'acqua fatto dal settimanale del nemico De Benedetti "tessera numero 1 del Pdmenoelle" in maniera probabilmente forzata, visto che tutto quello scritto oggi era già stato evidenziato nei giorni scorsi.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO