Le parole del 2009: Udc, Veneto e Zaia (Luca)

U come Udc. Più che una moglie fedele il Partito di Pierferdinando Casini sembra un’amante pronta a concedersi al miglior offerente tanto che in vista delle prossime elezioni Regionali ha deciso di stare sia con il Partito Democratico che con il Popolo delle Libertà. Non vale più il proverbio meglio soli che male accompagnati?

V come Veneto. Dove si è visto concretamente quanto l’alleanza tra Silvio Berlusconi e Umberto Bossi sia pronta franare con un nonnulla. Pur di far contento il compagno di Governo il Premier ha deciso di tradire Giancarlo Galan al quale ha negato la possibilità di ricandidarsi per il posto che fino ad oggi occupava come governatore.

Z come Zaia Luca. Ministro dell’Agricoltura ma anche classico e stereotipato esponente leghista. La sua presenza nei posti che contano, oltre ad essere decisa da giochi di potere non condivisibili, rappresenta esattamente la rivincita dell’uomo medio su Roma. Sulla Capitale ladrona. Tra le sue più discutibili boutade ricordiamo la realizzazione di programmi televisivi nei dialetti locali. Mai come oggi sembrano lontane le tre I. Informatica. Innovazione. E Inglese.

Le altre parole del 2009 sono qui, qui, qui e qui.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO