Il cardinale vicario di Roma: chi è Agostino Vallini

Nel suo saluto iniziale al popolo riunito in piazza San Pietro, papa Francesco ha indicato anche il vicario, il cardinal Agostino Vallini. Conosciamolo da vicino.

Il cardinal Agostino Vallini

Nel suo saluto al popolo di Roma dalla Loggia Centrale di San Pietro, papa Francesco ha indicato il cardinale vicario. Si tratta del cardinal Agostino Vallini, Vicario generale di Sua Santità per la Città di Roma.

Nato in provincia di Roma, Vallini dopo gli studi è stato chiamato a Napoli dal cardinal Corrado Ursi, come rettore del locale seminario maggiore. Nel 1989 papa Giovanni Paolo II lo ha nominato vescovo ausiliare di Napoli, ed è diventato così diretto collaboratore del cardinale Michele Giordano. Dieci anni dopo è stato trasferito ad Albano Laziale, una delle diocesi suburbicarie, in cui si è distinto per una intensa riforma pastorale.

Nel 2004 papa Giovanni Paolo II lo ha nominato Prefetto del Supremo Tribunale della Segnatura Apostolica. Nel 2006 papa Benedetto XVI lo ha creato cardinale e, come successore del cardinale Ruini, è stato nominato vicario di Roma, arciprete della Papale Arcibasilica Lateranense e gran cancelliere della Pontificia Università Lateranense.

Tra i suoi testi figurano vari libri di diritto canonico (come uno sul Codice di Diritto Canonico) come anche testi di pastorale e spiritualità. La casa editrice Rubbettino ha pubblicato un libro di testi in suo onore, curati da Giuseppe Dalla Torre e Cesare Mirabelli, dal titolo Le sfide del diritto.

Quello di papa Francesco è stato un gesto molto delicato nei confronti del cardinal Vallini: in un momento così particolare come quello della sua elezione, il nuovo Romano Pontefice ha voluto sottolineare proprio la sua romanità. Non dimentichiamo, infatti, che il papa è tale perché è vescovo di Roma e, come egli stesso ha ricordato nel suo discorso di saluto, la chiesa di Roma presiede nella carità.

Foto | Getty

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO