Deputato della Lega Nord contro il Diario di Anna Frank



A pochi giorni dall’arrivo, in Italia, di Avatar qualcuno su facebook ironizzava sulla scena di sesso che è stata tagliata dal regista per impedire che la censura potesse ridimensionare un investimento degno di Ben Hur.

Ebbene, a pochi giorni dal 27 gennaio (dedicato, come sempre, alla Shoah) un deputato della Lega Nord, tale Paolo Grimoldi, ha presentato un’interrogazione parlamentare al Ministro dell’Istruzione sul Diario di Anna Frank.

Secondo l’esponete leghista il libro non sarebbe adatto a dei bambini frequentanti la quarta elementare per via della pagina in cui la protagonista della storia racconta delle proprie parti intime.

Poco importa, evidentemente, che quella storia non sia solo quel dettaglio. Inutile sottolinearlo.

Quello che invece bisogna evidenziare della vicenda è il silenzio dei rappresentanti più illustri della Lega Nord. Non condannando certe dichiarazioni Umberto Bossi, e compagni, assolvono implicitamente i propri discepoli disgraziati.

Questo dovrebbe spaventare molto più di una serie di parola pronunciate a vanvera.

  • shares
  • Mail
62 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO