Elezioni regionali 2010. In Puglia il PdL candida Attilio Romita, del Tg1



Complice la travagliata scelta del leader, le prossime elezioni regionali in Puglia, sono state analizzate da noi (e dagli altri colleghi che si occupano di politica) solo da un solo punto di vista. Quello del centro-sinistra.

Nichi Vendola da solo. Michele Emiliano contro Nichi Vendola. Rinuncia Michele Emiliano. Nichi Vendola corre da solo. Salta l’accordo tra Udc e Pd. Spunta Francesco Boccia. Coordina, male, Massimo D’Alema. Primarie. Faccia a faccia tra Nichi Vendola e Francesco Boccia.

Un gran marasma utile, fino ad oggi, a nascondere le intenzioni del Popolo delle Libertà. Per sconfiggere chi da quanto pocanzi raccontato ne uscirà indenne il Partito del Premier ha deciso di giocarsi un jolly. Il conduttore del Tg1 Attilio Romita.

Vicino da sempre a Silvio Berlusconi, tanto da aggiudicarsi la scrivania del primo canale (prima era un volto del Tg2) durante la direzione di Clemente J. Mimun (attuale direttore del Tg5), l’anchorman potrebbe aggiudicarsi senza troppa difficoltà la presidenza della regione.

Forte delle diatribe registrate nelle ultime settimane a sinistra, Attilio Romita potrebbe vincere senza la costruzione di un vero e proprio programma. L’appeal mediatico che si porta in dote, tanto quanto illustri colleghi che l’hanno preceduto nei precedenti appuntamenti elettorali (Piero Marrazzo nel Lazio, Lilli Gruber e Michele Santoro per l’Europa), potrebbe essere sufficiente.

Se i giornalisti, che lui rappresenta, non sono i primi a portare il dibattito sui programmi, preferendo le diatribe, allora è giusto che a vincere non sia l’idea ma il testimonial.

L’importante che sia quello giusto. Per la Basilicata il Pdl sembra deciso a candidare Magdi Allam. D’altronde questa location era già stata utilizzata anche Mel Gibson per la sua apocalisse.

  • shares
  • Mail
29 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO